Emergenza ghiaccio a Milano, boom di cadute e incidenti: centinaia di feriti in una mattinata

La sala operativa del 118 ha potenziato la presenza di operatori del 112 e sta già cercando mezzi e uomini di supporto dalla protezione civile e da altri enti. La situazione in città

Gelo nel milanese - Cherry.Black.Purple Instagram

È emergenza ghiaccio a Milano e provincia, che da venerdì mattina stanno facendo i conti con gli effetti del “gelicidio”, con strade e marciapiedi trasformati in vere e proprie lastre di ghiaccio

A certificare la situazione di pericolo e rischio è l’azienda regionale emergenza urgenza, che parla “di improvvisa e importante emergenza ghiaccio in particolare sulla città di Milano”. 

“Causa le condizioni meteo - segnala Areu - si è verificato un picco di cadute accidentali, di traumi e di incidenti stradali”.

I numeri, forniti dalla stessa sala operativa, sono incredibili: “In questo momento - scrive Areu alle dieci di venerdì mattina - sono aperte 290 schede di soccorsi in corso”, mentre di solito - in condizioni normali - i pazienti sono un’ottantina. A mezzogiorno, secondo quanto appreso da MilanoToday, sono in tutto quattrocento circa gli interventi già terminati o ancora in divenire per cadute in strada. 

“Areu - spiega l’ente - sta mettendo in campo tutte le azioni possibili per far fronte all'emergenza: potenziamento operatori del Numero Unico 112 e delle sale operative regionali, reperimento straordinario mezzi aggiuntivi, richiesta di sostegno a protezione civile e altri enti”.

Già dalla prima mattinata di venerdì, i profili social del comune di Milano sono stati tempestati di messaggi dei cittadini preoccupati. E sempre su social, soprattutto su Twitter, sono tanti gli uomini e le donne che invitano alla massima cautela a causa del - ed è già hashtag di tendenza - “gelicidio”. 

“Bisognerebbe mettere sale su strade e marciapiedi. Stamattina gente a terra. Sveglia”, scrive una ragazza a palazzo Marino su Facebook. “Marciapiedi di Milano, periferia Baggio, completamente ghiacciati. Ci alleniamo per le olimpiadi invernali?”, ironizza un’altra cittadina. 

“Milano è una lastra di ghiaccio - scrive un’altra donna, più polemica -. La civile e europea Milano in ginocchio ad ogni piccola emergenza. I mezzi spargisale quando si attivano? Quando i pronto soccorso si riempiono di gente caduta? Incredibile!”. 

A dire il vero, giovedì pomeriggio proprio il comune di Milano aveva informato - con una nota ufficiale - che “a partire dalle 22, settanta mezzi Amsa per lo spargimento del sale saranno posizionati sulle strade di periferia e lungo le corsie preferenziali dove sono possibili accumuli di neve nel corso della notte e nelle prime ore di domani”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine la neve non è arrivata, ma il gelo - con l'inevitabile coda di incidenti e feriti - sì. E le operazioni di salatura, giura il comune in una nota, sono iniziate nella notte tra giovedì e venerdì, anche se i cittadini non sembrano crederci. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • "Mi hanno licenziato, faccio una strage": la chiamata ai ghisa fa scattare l'allarme a Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento