Festa curva Nord Inter ai Giardini Montanelli, Salvini sta con gli ultras: "Garantiamo noi"

Il ministro dell'Interno interviene sul caso festa curva Nord Inter. Ecco le sue parole

Matteo Salvini sta con gli ultras. Il ministro dell'Interno, storico tifoso rossonero, ha infatti deciso di scendere in campo al fianco della curva Nord dell'Inter, che dovrebbe - ormai il condizionale è d'obbligo - festeggiare i propri cinquanta anni di vita il prossimo 30 giugno con un mega evento ai Giardini Montanelli

Lo spazio verde in Porta Venezia era stato concesso agli organizzatori da palazzo Marino, tanto che dalla Nord avevano già annunciato giochi, dettagli della festa e alcuni ospiti, tra cui Ivana Spagna e Andrea Pucci. Poi, però, a inizio settimana è arrivato il dietrofront dell'amministrazione, che ha spiegato che l'evento avrebbe "arrecato disturbo ai frequentatori dei giardini", contravvenendo al regolamento comunale. 

Il ripensamento della giunta ha inevitabilmente irritato gli ultras, che adesso stanno trattando per cercare di ricucire lo strappo. In loro aiuto è arrivato anche Matteo Salvini, che lo scorso dicembre aveva partecipato alla festa della Curva Sud milanista durante la quale - tra le altre cose - era stato fotografato insieme al capo dei tifosi rossoneri, Luca Lucci, con tutte le inevitabili polemiche del caso. 

Festa Curva Nord, le parole di Salvini

"Come ministero dell'Interno siamo sicuri di poter garantire la sicurezza e l'ordine pubblico - ha assicurato il numero uno del Viminale -. Anche perché al momento non sono emersi problemi". 

Quindi, ancora più chiaramente: "Auspico che il Comune di Milano decida in tempi rapidi - ha concluso Salvini -, confermando il via libera alla festa della Curva Nord dell'Inter".

Prima di lui accanto ai tifosi della Nord si era schierato un suo "collega" di partito, il consigliere regionale Massimiliano Bastoni. "La giunta comunale, maestra nel camuffare con motivazioni burocratiche le censure politiche, ha negato i Giardini Montanelli per i festeggiamenti dei cinquant'anni della Curva interista. Premesso che ci piacerebbe sapere come mai questo disguidi burocratici siano emersi in occasione della festa della Curva Nord e non per le altre innumerevoli manifestazioni che si svolgono in quello spazio, ci chiediamo: la giunta comunale crede davvero di fare il bene della città negando un evento di una realtà storica milanese che costituisce aggregazione per migliaia di giovani?", aveva attaccato il leghista. 

Bastoni e Fidanza con la Nord

"Ai cittadini piacerebbe vedere interventi così repentini per la repressione della criminalità dilagante nelle periferie, non certo per censurare il tifo organizzato per una squadra che rappresenta Milano ed è una delle più seguite a livello nazionale e internazionale. Chiedo dunque - aveva concluso - un passo indietro del Comune ed anzi, invito tutta l’Amministrazione prima a dialogare con i rappresentanti del Tifo organizzato per trovare una soluzione e poi a partecipare a quello che, sono sicuro sarò, un grande evento di sport e comunitarismo". 

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Carlo Fidanza, politico di Fratelli d'Italia e storicamente vicino alla Nord. “La decisione del Comune di Milano di negare ai tifosi nerazzurri l’utilizzo dei Giardini Montanelli per celebrare i 50 anni della Curva Nord è ridicola", il suo j'accuse.

"A questo punto pretendiamo che Sala dica chiaro e tondo che ai Giardini Montanelli si possono fare manifestazioni di ogni genere, anche molto invasive, ma non si può organizzare un raduno di tifosi con tanto di spettacoli musicali e di cabaret con ospiti di rilievo nazionale, gonfiabili per bambini, iniziative di beneficienza. Ci dica il sindaco se esistono cittadini di serie A e di serie B, eventi che hanno diritto di cittadinanza e altri che non ne hanno, e sulla base di quali criteri viene effettuata questa discriminazione. Se invece così non è - aveva detto Fidanza - si convochi subito un tavolo con gli organizzatori per trovare una soluzione di buon senso che consenta di svolgere l’evento ai Giardini Montanelli.”

Potrebbe interessarti

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Meno di 300 euro per andare (e tornare) da Milano a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

Torna su
MilanoToday è in caricamento