Rapivano figli di divorziati su commissione: condannati

Un uomo francese e una donna tedesca giudicati colpevoli di sottrazione di minori. L'indagine dal caso di Marinella Colombo

Condannati con l'accusa di avere rapito bambini su commissione

Con l'accusa di aver messo in atto rapimenti di figli di coppie divorziate su commissione, il francese Olivier Karrer e la tedesca Silvia Kalina sono stati condannati rispettivamente a quattro anni e a due anni e due mesi.  L'accusa è di associazione a delinquere e sottrazione di minore. Il pm aveva chiesto sei anni e mezzo per Karrer e tre per la Kalina, il difensore l'assoluzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Karrer è stato assolto dall'accusa di sequestro di persona e di maltrattamenti. Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Pietro Forno e dai pm Luca Gaglio e Giancarla Serafini, erano partite dal caso di Marinella Colombo, la donna milanese accusata di avere fatto rapire i suoi bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 192 guariti, 15 nuovi positivi a Milano città

  • Bollettino contagi coronavirus: a Milano trovate sei persone positive, 16 nella città metropolitana

Torna su
MilanoToday è in caricamento