Rapivano figli di divorziati su commissione: condannati

Un uomo francese e una donna tedesca giudicati colpevoli di sottrazione di minori. L'indagine dal caso di Marinella Colombo

Condannati con l'accusa di avere rapito bambini su commissione

Con l'accusa di aver messo in atto rapimenti di figli di coppie divorziate su commissione, il francese Olivier Karrer e la tedesca Silvia Kalina sono stati condannati rispettivamente a quattro anni e a due anni e due mesi.  L'accusa è di associazione a delinquere e sottrazione di minore. Il pm aveva chiesto sei anni e mezzo per Karrer e tre per la Kalina, il difensore l'assoluzione.

Karrer è stato assolto dall'accusa di sequestro di persona e di maltrattamenti. Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Pietro Forno e dai pm Luca Gaglio e Giancarla Serafini, erano partite dal caso di Marinella Colombo, la donna milanese accusata di avere fatto rapire i suoi bambini.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Milano, donna accoltellata in pieno centro: fendenti alla gola con una bottiglia, è grave

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • È morta Nadia Toffa, addio alla conduttrice de "Le Iene" che lottava contro il cancro

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

  • Milano, dramma davanti al Tribunale: donna precipita e muore mentre pulisce i vetri. Foto

  • Milano, dramma a Rogoredo: ragazza di 28 anni muore travolta da un treno in stazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento