Rapivano figli di divorziati su commissione: condannati

Un uomo francese e una donna tedesca giudicati colpevoli di sottrazione di minori. L'indagine dal caso di Marinella Colombo

Condannati con l'accusa di avere rapito bambini su commissione

Con l'accusa di aver messo in atto rapimenti di figli di coppie divorziate su commissione, il francese Olivier Karrer e la tedesca Silvia Kalina sono stati condannati rispettivamente a quattro anni e a due anni e due mesi.  L'accusa è di associazione a delinquere e sottrazione di minore. Il pm aveva chiesto sei anni e mezzo per Karrer e tre per la Kalina, il difensore l'assoluzione.

Karrer è stato assolto dall'accusa di sequestro di persona e di maltrattamenti. Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Pietro Forno e dai pm Luca Gaglio e Giancarla Serafini, erano partite dal caso di Marinella Colombo, la donna milanese accusata di avere fatto rapire i suoi bambini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento