"Irreversibile incapacità genitoriale": il figlio della coppia dell'acido andrà in adozione

"Sono disposta a tutto pur di stare con mio figlio": aveva detto ai giudici Martina Levato

La coppia

Adesso è ufficiale. Per i pm Martina Levato e il suo ex amante Alexander Boettcher hanno una "Irreversibile incapacità genitoriale". La Procura dei minori di Milano è giunta a questa conclusione, e depositerà la sua memoria. La coppia si trova in carcere dal dicembre 2014 e sono stati condannati per una serie di aggressioni con l'acido a Milano.

Giovedì la procura insisterà per l'adottabilità presso un'altra famiglia del bambino della coppia. Una perizia, disposta dai giudici, aveva escluso la "capacità genitoriale" di Martina e Alex e anche quella "accuditiva" dei nonni materni e della nonna paterna.

"Sono disposta a tutto pur di stare con mio figlio - aveva detto ai giudici Martina -. Sono pronta anche a trasferirmi all'Icam (l'Istituto di Custodia attenuata per le madri detenute, ndr) o al carcere di un'altra città", aveva spiegato in udienza ai giudici la giovane.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Milano, due fratelli morti in una casa a Baggio: uno ucciso a coltellate, un altro impiccato

  • Omicidio suicidio a Milano: ammazza il fratello a coltellate, poi si impicca al balcone di casa

  • Dramma a Sanremo, turista milanese in vacanza muore annegata mentre fa il bagno

  • La notte folle di un uomo: fa sesso con una prostituta, poi ‘spara’, la rapina e si accoltella

  • Temporali di "forte intensità" in arrivo a Milano: scatta l'allerta meteo di codice giallo

  • Incidente a Zibido, si schianta alla rotatoria e l'auto si ribalta più volte: morto un 32enne

Torna su
MilanoToday è in caricamento