"Spiava" belle ragazze dal sito del ministero: finanziere nei guai

L'uomo è indagato e il pm ha chiesto per lui il rinvio a giudizio con le accuse di accesso abusivo a sistema informativo. Nel suo mirino soprattuto donne avvenenti e colleghi

Nei guai un brigadiere - Foto repertorio

Per soddisfare la propria "curiosità” un militare della Guardia di finanza avrebbe raccolto decine di informazioni su amiche, conoscenti e colleghi archiviate nella banca dati del sistema di indagine - Sdi - in dotazione alle forze dell'ordine.

Il finanziere, in servizio al Comando provinciale di Lecco, rischia ora di finire sotto processo. Il pm di Milano Alessandro Gobbis, specializzato nei reati informatici, ha chiesto infatti il rinvio a giudizio dell'uomo, accusato di accesso abusivo a sistema informatico aggravato in quanto commesso da un pubblico ufficiale.

Le indagini sono partite da un esposto presentato da alcuni colleghi, che si erano accorti di accessi allo Sdi che non riguardavano attività di indagini in corso. Nel mirino del brigadiere quarantaquattrenne sarebbero finite in particolare tante ragazze avvenenti, di cui il militare controllava targhe delle auto o registrazioni in hotel. 

Tra le vittime anche la figlia di un collega, “spiata” dal finanziere quando era in servizio alla compagnia e poi al Comando provinciale di Lecco.

Interrogato, l'uomo si è giustificato spiegando di aver agito "per curiosità”, controllando i movimenti di donne e persone con cui era entrato in contatto. Secondo le accuse, l'uomo si sarebbe introdotto "tramite la propria user Id nel sistema di informazione del ministero dell'Interno denominato Sdi al fine di effettuare abusivamente interrogazioni sistematiche per motivi non inerenti all'ufficio". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il brigadiere ora rischia una condanna a una pena da tre fino a otto anni di reclusione, che potrebbe essere aumentata vista la reiterazione del reato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: + 402 nuovi casi positivi su quasi 20mila tamponi

  • Milano, finti 'assistenti civici' comunali: la polizia denuncia due youtuber di The Show

  • All'Antico Vinaio a Milano, il 15 giugno apre il mitico locale delle schiacciate fiorentine

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento