Matrimoni combinati, case abusive e contratti di lavoro falsi: in dieci a processo

L'indagine della guardia di finanza ha scoperto le attività di una banda che offriva i propri "servizi" a cittadini extracomunitari

La banda è stata smantellata con gli arresti (Immagine di repertorio)

Matrimoni simulati e contratti fittizi di lavoro ai migranti, con un compenso da 1.500 euro a 10 mila euro: dieci persone saranno processate a Milano a partire dal 16 novmebre dalla corte d'Assise mentre altre cinque persone sono già state condannate (pena massima, tre anni e otto mesi) in patteggiamenti o giudizi con rito abbreviato.

La vicenda era emersa ad aprile 2017 con l'arresto di cinque uomini: due italiani, un serbo e due marocchini. La banda offirva i "servizi" a cittadini extracomunitari, organizzando il loro arrivo in Italia e procurando loro documenti che attestavano finti rapporti di lavoro per poter chiedere o rinnovare i documenti per il soggiorno. Talvolta, i datori di lavoro erano complici (e retribuiti).

Il "tariffario" per ogni "servizio"

E non solo: dalle indagini della guardia di finanza era emerso che i criminali organizzavano anche matrimoni con cittadini italiani per favorire la permanenza in Italia dei loro "clienti". Un contratto di lavoro fittizio costava 1.500 euro, un matrimonio simulato poteva costare anche 4 mila euro (di cui 400 come compenso per chi si prestava al finto matrimonio nel ruolo di coniuge). L'arrivo in Italia (con documenti falsi) poteva invece costare fino a 10 mila euro.

La banda si era anche specializzata nel reperire appartamenti di case popolari dell'Aler, che ovviamente è del tutto estranea alla vicenda. Alcuni componenti del gruppo criminale individuavano alloggi rimasti vuoti e li "assegnavano" agli extracomunitari con falsi contratti, poi forzavano la porta, la sostituivano e consegnavano le chiavi al "cliente", che credeva di averlo ottenuto in modo del tutto legittimo per mano di un funzionario dell'ente. Il costo era di 4 mila euro ma, nella maggior parte dei casi, gli arrestati sparivano dopo avere intascato 2 mila euro di caparra e avere consegnato il falso contratto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 90 e un camion per la raccolta rifiuti

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento