Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Frecciarossa deragliato, due morti e 31 feriti: il video girato dal passeggero a bordo

Le immagini girate da un passeggero nei momenti subito successivi allo schianto

 

Eccole le immagini girate negli istanti immediatamente successivi allo schianto del Frecciarosa 9595, il treno partito da Milano Centrale alle 5.10 e deragliato alle 5.35 tra Livraga e Ospedaletto Lodigiano. Il video è stato pubblicato nelle stories Instagram da Federico Vadalà, un ragazzo che si trovava a bordo del convoglio. 

Sul treno c'erano 28 passeggeri e cinque membri dell'equipaggio. Pesantissimo il bilancio. Due ferrovieri sono morti: si tratta di due uomini di 52 e 59 anni, Giuseppe Cicciù e Mario Dicuonzo, che erano i macchinisti. Entrambi sono stati sbalzati fuori dalla cabina di guida a causa dell'impatto. Altre 31 persone sono rimaste ferite. 

Secondo quanto appreso, la motrice si sarebbe staccata dal resto del treno mentre viaggiava a poco meno di 300 chilometri orari, avrebbe urtato un carrello merci presente su un binario parallelo, avrebbe percorso altri 300 o 400 metri e si è schiantata contro un casotto Trenitalia. La carrozza 1 invece si è ribaltata. Lo stesso video mostra infatti il monitor del treno poco prima dell'impatto con la velocità registrata di 298 chilometri orari.

Indagini sullo scambio 

Nelle immagini si vede proprio la "palazzina" di Ferrovie dello Stato distrutta a causa dell'impatto con la motrice del Frecciarossa. Le prime indagini sulle cause del disastro ferroviario puntano il dito su uno scambio sul quale durante la notte ci sarebbero stati dei lavori di manutenzione

"Il locomotore - ha spiegato in una conferenza stampa di giovedì pomeriggio il procuratore di Lodi, Domenico Chiari - si è staccato a 300 all'ora e ha deragliato all'altezza di uno scambio posto in una posizione diversa da quella che doveva essere". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento