Milano, altra brusca frenata in metro: treno M1 si ferma di colpo a San Babila, 8 feriti a bordo

L'incidente alle 18.15 di venerdì sera. Metro rossa sospesa tra Cairoli e San Babila

I soccorsi a San Babila

Ancora feriti in metro a Milano. Venerdì pomeriggio, alle 18.15 in punto, un'altra frenata brusca si è verificata sulla linea M1. A bloccarsi di colpo, stando ai primi dettagli appresi, è stato un treno che viaggiava in direzione Sesto San Giovanni. 

Il convoglio della rossa si è poi fermato nella stazione di San Babila, dove sono intervenuti gli equipaggi di sette ambulanze e due auto mediche del 118, la polizia locale, gli agenti della Questura e la protezione civile.

A causa della frenata, le cui cause sono tutte da chiarire, alcuni passeggeri sono finiti a terra. Il bilancio finale parla di sedici coinvolti: otto sono stati curati sul posto e otto sono invece finiti in ospedale, con contusioni e ferite, tra cui sette ricoverati in codice verde e uno in codice giallo

Metro rossa M1 sospesa a Milano 

Per permettere i soccorsi e l'intervento dei tecnici, Atm ha inizialmente sospeso la circolazione su tutta la linea. 

In un secondo momento i treni sono stati bloccati tra Cairoli e Palestro, mentre sono ripartiti - con rallentamenti - sul resto della tratta. "Abbiamo attivato - ha fatto sapere l'azienda - un servizio di bus sostitutivi, che arriveranno alle fermate compatibilmente con le condizioni del traffico".

Disagi si sono registrati inevitabilmente anche sulla verde e sulla gialla, con un'enorma folla di passeggeri in attesa e alcuni accessi chiusi - in corrispondenza degli "incroci" con la rossa - per gestire al meglio l'afflusso. Dopo circa quaranta minuti, poi, la circolazione è ripresa su tutta la rossa con "maggiori tempi di attesa e percorrenza". 

Foto - La folla sulla gialla

folla metro gialla-3

L'ultima frenata in metro

L'ultimo episodio simile in metro era avvenuto proprio sulla rossa, alla fermata Duomo. Martedì mattina, in orario di punta, un treno aveva inchiodato mentre entrava in stazione: ad avere la peggio era stata una 54enne finita in ospedale con ferite lievi. 

Lo scorso 27 novembre, invece, teatro di un incidente era stata la stazione di Bisceglie, di nuovo sulla M1. Il treno, secondo quanto aveva accertato Atm, era in arrivo nella stazione capolinea della M1 ed era fermo in galleria perché l'area era occupata da un altro convoglio che stava cambiando direzione.

Quando la M1 era ripartita - con la "zona" che non era ancora del tutto libera - l'operatore centrale aveva immediatamente premuto il bottone di blocco e il treno aveva inchiodato con una frenata brusca. In tutto erano rimaste ferite undici persone.

Frenate in metro, i precedenti

Il 7 ottobre scorso c'era stato un altro incidente, ancora sulla rossa e ancora nella stazione di Bisceglie. Quella sera, verso le 20.30, un treno della M1 aveva frenato in maniera brusca - per un errore del macchinista - e i passeggeri erano volati al suolo. In cinque erano stati visitati dal 118 e medicati per varie contusioni.

Cinque giorni prima, nella sera del 2 ottobre, un episodio simile era avvenuto sempre sulla rossa, ma all'altezza di Cadorna. Un uomo di quarantaquattro anni e una donna di sessantuno erano stati soccorsi dai sanitari del 118 per alcune lievi contusioni e il 44enne era stato accompagnato in codice verde al pronto soccorso del Policlinico. 

L'inchiesta della procura

La frenata di venerdì sera riaccende inevitabilmente l'attenzione su un problema che da diversi mesi sta colpendo i treni della metropolitana e che è finito anche al centro di un'indagine per lesioni colpose della procura aperta a marzo in seguito a una brusca frenata nella stazione di Cadorna che aveva causato nove feriti.

In alcuni casi - proprio come la brusca frenata del 9 marzo 2019 - lo stop improvviso era stato causato da una "anomalia fantasma" dovuta a vari fattori e che aveva inviato "un allarme" al sistema che gestisce la sicurezza in metropolitana: la "risposta" del sistema era stata quella di imporre al treno una frenata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento