Colpo da 100mila euro nella villa del manager: arrestati madre, padre e i due figli

In manette madre, padre, due figli e altri due familiari dopo il colpo da 100mila euro

I ladri in azione

Avevano scardinato una grata ed erano entrati nella villa dal retro. Quindi, senza farsi nessun problema, avevano fatto sparire tutto, compresi i regali già pronti sotto l'albero di Natale. E per portare tutto nella loro abitazione, distante meno di un chilometro, avevano caricato la macchina della vittima e avevano dato vita a una sorta di trasloco. Un errore, questo, che è costato loro carissimo. 

Sei persone - cinque uomini e una donna, tutti italiani di origine rom - sono stati arrestati lunedì mattina dai carabinieri della tenenza di Trezzano sul Naviglio, guidata dal maresciallo Michele Cuccuru, con l'accusa di furto aggravato.

I sei - madre e padre 38enni e due figli di diciannove e ventidue anni residenti a Trezzano, oltre a due cugini residenti a Cerro Maggiore, un 22enne, e Torino, un 38enne - sono ritenuti i responsabili di un colpo messo a segno la sera della vigilia di Natale a casa di un cinese di trentasei anni, manager in Italia per una multinazionale e residente proprio nel paese del Sud Milano. 

Video | I ladri incastrati da queste immagini

Il colpo dal manager vicino di casa

Quella sera, il gruppo - guidato dalla donna di casa - aveva atteso che il manager uscisse di casa con la famiglia per festeggiare il Natale ed era entrato in azione, facendo sparire dalla casa della vittima venti borse Louis Vuitton, monili in oro, i regali per i bimbi e altri oggetti per un valore di centomila euro. 

Per portare il bottino nella loro casa - una villa di pregio distante poco meno di un chilometro -, madre, padre e i figli avevano usato la Mini Cooper della moglie del 36enne, caricandola con tutta la refurtiva e facendo da spola tra i due punti. 

La GoPro sullo specchietto 

Quello che i ladri non sapevano, però, è che nell'auto c'era una GoPro montata sullo specchietto retrovisore in grado di accendersi automaticamente e che ha ripreso i loro volti e ogni loro spostamento, "telecomandando" praticamente i carabinieri fino a casa della famiglia. 

I militari erano intervenuti quella notte ed erano riusciti a recuperare gran parte della refurtiva, tra cui anche i regali di Natale che sono poi stati consegnati ai figlioletti del cinese. Il resto lo hanno fatto i video registrati dalla GoPro - i ladri l'hanno rubata ma le immagini era già registrate in remoto - e lo spessore criminale della famiglia, molto nota per truffe e furti. 

L'uomo di casa, stando a quanto verificato dai carabinieri, in passato era riuscito a mettere a segno raggiri di mezzo milione di euro e a vendere una fabbrica di acciughe in Spagna. Peccato, però, che quella fabbrica non fosse assolutamente la sua. 

Gli accertamenti degli investigatori stanno ora continuando per capire come la famiglia - formalmente composta da tutti disoccupati - potesse permettersi una villa di lusso a Trezzano sul Naviglio e una Mercedes classe E ultimo modello. Intanto i sei, raggiunti nelle scorse ore da un'ordinanza di custodia cautelare, sono tutti finiti in carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento