Le indagini su Gamberale: "Chi l'ha avvisato quattro mesi prima?"

Gli investigatori tentano di far luce sull'eventualità che qualcuno (dal Comune?) abbia avvisato Gamberale con largo anticipo sulla vendita di Sea

La guardia di finanza fa luce sulla vendita di Sea

L'ipotesi su cui si basano gli investigatori è un macigno: Vito Gamberale (amministratore delegato di F2i) e Mauro Maia sapevano con quattro mesi d'anticipo del bando di gara su Sea, poi vinto. Col sospetto che il bando fosse "su misura" per F2i. La guardia di finanza vuole capire adesso da chi siano stati avvisati. Così hanno perquisito gli uffici milanesi e romani di Gamberale e Maia, oltre allo studio di un commercialista non indagato. E hanno acquisito anche documenti sull'iter di gara a Palazzo Marino.

In una nota, il fondo F2i si dichiara tranquillo e fa sapere di avere offerto supporto agli organi delegati alla perquisizione, ricordando che già ad aprile (quando partì ufficialmente l'inchiesta) Vito Gamberale aveva "fornito alla procura una dettagliata e documentata relazione sull'intera vicenda".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Milano, sale sul bus e spara sei colpi di pistola: 21enne identificato grazie a questo video

Torna su
MilanoToday è in caricamento