Le indagini su Gamberale: "Chi l'ha avvisato quattro mesi prima?"

Gli investigatori tentano di far luce sull'eventualità che qualcuno (dal Comune?) abbia avvisato Gamberale con largo anticipo sulla vendita di Sea

La guardia di finanza fa luce sulla vendita di Sea

L'ipotesi su cui si basano gli investigatori è un macigno: Vito Gamberale (amministratore delegato di F2i) e Mauro Maia sapevano con quattro mesi d'anticipo del bando di gara su Sea, poi vinto. Col sospetto che il bando fosse "su misura" per F2i. La guardia di finanza vuole capire adesso da chi siano stati avvisati. Così hanno perquisito gli uffici milanesi e romani di Gamberale e Maia, oltre allo studio di un commercialista non indagato. E hanno acquisito anche documenti sull'iter di gara a Palazzo Marino.

In una nota, il fondo F2i si dichiara tranquillo e fa sapere di avere offerto supporto agli organi delegati alla perquisizione, ricordando che già ad aprile (quando partì ufficialmente l'inchiesta) Vito Gamberale aveva "fornito alla procura una dettagliata e documentata relazione sull'intera vicenda".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

Torna su
MilanoToday è in caricamento