Offre cocaina a una ragazzina di 15 anni e la violenta: catturato latitante a Pieve Emanuele

A finire in manette è Giuseppe Isola, latitante dal 10 luglio. L'arresto dei carabinieri

L'uomo

Giovedì mattina, per puro caso, è entrato da un tabaccaio di Pieve Emanuele insieme ad uno dei carabinieri della Squadra Catturandi che proprio in quel momento gli stava dando la 'caccia'. Così, il militare ha subito avvertito i colleghi che erano appostati in auto e insieme lo hanno aspettato e bloccato all'esterno del locale.

A finire in manette è Giuseppe Isola, un 46enne latitante dal 10 luglio. Il giorno prima infatti era arrivata la condanna definitiva per violenza sessuale su minore. In tutto - a suo carico ci sono varie condanne per droga e ricettazione - l'uomo dovrà stare 14 anni, 9 mesi e 29 giorni in prigione.

Isola, nato a Napoli ma residente da tempo nel Milanese, faceva il meccanico. Nel 2008, in varie occasioni, aveva abusato di una ragazzina di 15 anni conosciuta nel suo condominio alla quale offriva della cocaina per farla cedere alle sue avances. All'epoca, l'uomo si trovava ai domiciliari e aveva allestito nella sua cantina una sorta di stanza con tanto di letto, tv e radio per passare i suoi pomeriggi con la minore. Con la sua attività lavorativa, Isola, appassionato di auto e moto, si era messo nei guai già negli anni '90 e proprio per questo motivo era finito ai domiciliari.

La ragazzina era entrata in contatto con il suo violentatore perché il 46enne si era offerto di aiutarla per le pratiche relative alla patente per lo scooter. La relazione tra i due era diventata subito terribile per la 15enne, indotta ad usare cocaina e a fare sesso. Il rendimento scolastico della minore era crollato verticalmente. Questo particolare ha permesso ad alcuni insegnanti di parlare con la giovanissima. Lei, grazie anche ai consigli di un'amica che sapeva dei pomeriggi di droga e violenze, si è aperta con un'assistente sociale della sua scuola.

Quando i genitori hanno saputo i fatti, hanno immediatamente denunciato tutto ai carabinieri e sono partite le indagini e i processi che hanno portato alla condanna del meccanico. Ora Giuseppe Isola - che nel frattempo aveva vissuto la sua vita ed era andato a convivere con una donna, all'oscuro di tutto - dovrà passare i prossimi anni in carcere.

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

I più letti della settimana

  • Milano, due fratelli morti in una casa a Baggio: uno ucciso a coltellate, un altro impiccato

  • Dramma a Sanremo, turista milanese in vacanza muore annegata mentre fa il bagno

  • Omicidio suicidio a Milano: ammazza il fratello a coltellate, poi si impicca al balcone di casa

  • Milano, violenta rissa da Far West: due feriti gravi e un vigile colpito al braccio

  • Temporali di "forte intensità" in arrivo a Milano: scatta l'allerta meteo di codice giallo

  • Zibido, si schianta con l'auto della mamma alla rotatoria: Francesco muore sul colpo a 32 anni

Torna su
MilanoToday è in caricamento