Stazione Centrale, aggredito con coltello e coccio di bottiglia: fermati in due, tra cui un 16enne

Il minore è stato denunciato; mentre l'altro aggressore, 23 anni, è stato arrestato per lesioni aggravate

Repertorio

Ha chiesto a due ragazzi di allontanarsi dal locale perché erano lì da diverso tempo senza aver consumato nulla. E per tutta risposta è stato aggredito con un coltellino e poi con una bottiglia di vetro rotta. Questo l'incubo vissuto da un addetto alla sicurezza all'interno della Stazione Centrale. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia ferroviaria e i soccorritori del 118, che hanno trasportato la vittima all'ospedale.

All'origine dell'aggressione, ha riferito il vigilantes, la semplice richiesta di lasciare il bar, che avrebbe infastidito i due stranieri scatenando la loro ira: dopo aver cercato di colpire l'uomo con un coltellino hanno provato con un coccio di bottiglia. L'addetto alla sicurezza però è riuscito a disarmarli, anche se ha riportato lievi contusioni, che sono poi state medicate in ospedale.

I due aggressori invece - un 23enne francese di origine algerina e un 16enne siriano - sono stati subito fermati. Il primo, con diversi precedenti, è stato arrestato per lesioni in concorso con un minore e con l'utilizzo di un arma. Il minorenne, incensurato, è stato denunciato in stato di libertà e affidato a una comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

Torna su
MilanoToday è in caricamento