Squadre di guardie giurate e armate sui treni: su 104 convogli il progetto è diventato realtà

L'obiettivo, se tutto va bene, è arrivare a circa duecentocinquanta o trecento guardie armate

Immagine di repertorio

E' partito martedì mattina sui 104 treni giornalieri delle tratte Milano-Bergamo via Treviglio e Bergamo-Treviglio il progetto sperimentale "Tratta sicura".

"Per un mese su queste linee saranno in servizio venti guardie giurate armate che saranno impegnate in nove squadre più una di riserva e riusciranno a coprire il settantacinque percento delle corse quotidiane". Lo ha annunciato l'assessore alle Infrastrutture di Regione Lombardia, Alessandro Sorte.

L'assessore ha spiegato che "allo stesso tempo saranno potenziate anche le squadre anti evasione che accompagneranno le guardie armate". E che "non è previsto alcun aumento del biglietto per questo progetto sperimentale".

"Se anche questa seconda fase darà i risultati sperati e che chi usa il treno per andare a scuola o al lavoro ci chiede - ha concluso Sorte - pensiamo di poter fare ancora di più mettendo in campo, nel prossimo anno, un piano straordinario per la sicurezza sui treni con l'impiego di circa duecentocinquanta o trecento guardie armate".

Il primo treno in partenza da Milano sul quale effettueranno servizio i vigilantes è quello delle 5.40 e l'ultimo quello delle 22.10. Il primo treno da Bergamo è quello delle 6.02, l'ultimo quello delle 23.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, morto barista milanese di 34 anni: lascia un bimbo di 1 anno

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • Violente risse nella notte: uomo trovato con avambraccio squarciato

Torna su
MilanoToday è in caricamento