Imane Fadil, i familiari contro la procura: «No alla richiesta di archiviazione»

L'avvocato della famiglia ha depositato una istanza per opporsi alla richiesta di archiviazione per la morte dell'ex modella

Imane Fadil

La famiglia di Imane Fadil, l'ex modella marocchina morta l'1 marzo all'Humanitas dopo un mese di agonia, si oppone alla richiesta di archiviazione presentata dalla procura di Milano e chiede di valutare le responsabilità nel ritardo degli esami e della diagnosi. I pubblici ministeri, dopo mesi di indagini ed esami clinici ed autoptici, hanno ritenuto che non vi siano prove per una morte dolosa, ad esempio per avvelenamento. La modella, sembra ormai certo, è deceduta a causa di una aplasia midollare, anche se le cause di questa aplasia non sono state determinate.

Fadil, che fu tra le partecipanti alle cene ad Arcore nella residenza dell'ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi, sarebbe stata tra i testimoni del processo Ruby Ter (in cui Berlusconi è imputato di corruzione di testimoni al processo principale). La morte è sopraggiunta prima che potesse deporre in aula. La giovane si è sentita male a fine gennaio ed è rimasta ricoverata, tra atroci sofferenze, per un mese abbondante, senza che i medici dell'Humantias riuscissero ad individuare che cosa avesse. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In quel periodo lei rivelò al fratello e all'avvocato di allora che sospettava di essere stata avvelenata. Una ipotesi che, però, non sembra avere trovato riscontro. Ma ora la famiglia (assistita da Mirko Mazzali) ritiene che non si sia fatta abbastanza luce sul ritardo nella diagnosi. L'aplasia midollare, se diagnosticata per tempo, avrebbe potuto (questa la tesi) essere curata con una apposita terapia immunosoppressiva. A settembre i familiari avevano deciso di soprassedere, per il momento, al funerale per potere effettuare ulteriori analisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

Torna su
MilanoToday è in caricamento