Immigrato trascina Atm in tribunale: "Non mi fanno lavorare"

Atm regola ancora le assunzioni del personale con un decreto regio del 1931. Solo cittadini europei alla guida e manutenzione dei mezzi pubblici. Mohammed Halewa, cittadino marocchino, trascina l’azienda in tribunale

Aveva letto un bando pubblicato da Atm per l’assunzione di operai per la manutenzione delle autovetture e delle infrastrutture del servizio di trsporto pubblico. Mohammed Halewa, 18enne marocchino ha pensato di avere i requisiti tecnici adatti e si è presentato.

Purtroppo nonostante le sue capacità e la sua esperienza Mohammed si è visto rifiutare il posto. Perché? Perché un Regio Decreto del 1931, che regola le assunzione del trasporto pubblico, stabilisce che la cittadinanza italiana è un requisito fondamentale per ottenere il posto di lavoro. E il giovane è marocchino, in Italia fin da piccolo con un regolare permesso di soggiorno.

Ma Mohammed non si è perso d’animo e invece di lasciar perdere ha deciso di trascinare Atm in tribunale, per cambiare quello che da molti è definito un decreto obsoleto ma soprattutto discriminatorio. Tra un mese si terrà la prima udienza.

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • Milano, polizia locale in lutto: morta Stefania, vigilessa di 40 anni della centrale operativa

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

  • Incidente sulla Tangenziale Est: coinvolto pure un bimbo di 4 anni, c'è l'elisoccorso. Video

  • Forti temporali in arrivo a Milano: la protezione civile emana l'allerta meteo codice giallo

  • Incendio in ditta di vernici e solventi: quattro feriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento