Rifiuti della Campania bruciati al Nord: "Così Milano sta diventando la Terra dei fuochi"

L'allarme del procuratore generale di Milano, Roberto Alfonso. Lega: "Servono controlli"

Un incendio nella terra dei fuochi - © Crg

Un'unica "regia", proprio come succede in quella parte d'Italia diventata tristemente famosa come la "Terra dei fuochi". Una sola mano dietro i roghi, "firma" tipica della criminalità organizzata. 

È allarme incendi rifiuti a Milano, dove nell'ultimo anno i roghi nelle discariche - autorizzate o abusive - sono cresciuti in maniera "importante". Ad alzare l'attenzione, durante l'inaugurazione dell'anno giudiziario, è stato il procuratore generale di Milano, Roberto Alfonso, che non ha usato troppi giri di parole. 

"Sono stati numerosi gli incendi dolosi in danno di impianti formalmente autorizzati e di capannoni industriali dismessi, ma 'stipati' in modo clandestino di migliaia di tonnellate di rifiuti, in parte provenienti dalla Campania - ha spiegato -. La portata del fenomeno, che interessa tutte le regioni settentrionali, lascia ipotizzare la presenza di un’unica regia”. 

Anche perché - e potrebbe non essere un caso - c'è stato un aumento “esponenziale dei segnali indicatori di attività illecite nel settore dello smaltimento dei rifiuti”, ha sottolineato Alfonso. 

Il suo allarme è stato subito raccolto da Paolo Grimoldi, deputato milanese della Lega. "L’area metropolitana di Milano e la provincia di Pavia si stiano trasformando pericolosamente in una nuova terra dei fuochi, come denunciamo da tempo, anche con interrogazioni parlamentari, a fronte di questa inquietante escalation di incendi dolosi nei depositi di stoccaggio o in discariche tra l’hinterland milanese e il pavese”, ha evidenziato. 

"Occorrono - la ricetta di Grimoldi - ancora più uomini e mezzi per pattugliare i territori lombardi e occorre ancora maggiore attenzione delle Prefetture e delle Procure, che peraltro da tempo stanno ben operando ottenendo buon risultati in termini di arresti, sulle attività illecite di smaltimento dei rifiuti, un nuovo business malavitoso purtroppo in espansione in Lombardia”.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: continuano a salire i contagi +382

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bollettino e aggiornamento contagi Lombardia: risalgono morti e i contagi, +216 nuovi positivi

Torna su
MilanoToday è in caricamento