Cacciato dalla moglie, dà fuoco alla porta di casa. Arrestato

L'uomo è stato rintracciato dai carabinieri

Immagine di Repertorio

La moglie lo aveva cacciato di casa, a dicembre, perché era diventato troppo violento con lei. Ma l'uomo non si era affatto fermato, anzi aveva prodotto una vera e propria "escalation" di atti intimidatori, minacce e violenze sia nei confronti della moglie sia dei parenti di lei. Così la donna, una quarantatreenne, si è rivolta ai carabinieri di Pioltello, dove vive, per chiedere aiuto. 

I militari, indagando, hanno capito che l'uomo - un quarantaseienne con precedenti penali e attualmente senza occupazione - il 3 gennaio aveva appiccato il fuoco davanti alla porta di casa in cui vive la donna insieme ai tre figli. Grazie al tempestivo intervento dei vigili del fuoco, le fiamme avevano danneggiato soltanto lo zerbino esterno, senza provocare lesioni o ferite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il violento è stato portato a San Vittore. Risponde di tentato incendio e maltrattamenti in famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento