Milano, 28enne sorpreso a incendiare le auto in sosta: forse è piromane un seriale, arrestato

E' stato arrestato dalla polizia in via Alfredo Catalani: potrebbe non essere la prima volta

Foto di repertorio

In una mano aveva un fiammifero e nell'altra aveva un candelotto che stava cercando di accendere. Accanto a lui, lo sportellino del serbatoio di un'Alfa Mito aperto, dove presumibilmente stava per gettare la fiamma. I poliziotti delle Volanti hanno sorpreso così, un instante prima che appiccasse l'incendio, un cittadino sudanese di 28 anni.

Uomo cerca d'incendiare le auto in sosta: arrestato

A dare l'allarme, nella notte tra domenica e lunedì, sono stati alcuni passanti che hanno visto l'uomo armeggiare nei pressi di alcune autovetture in sosta lungo via Alfredo Catalani, in zona Casoretto a Milano. All'arrivo della polizia, attorno all'1.20, il 28enne non ha potuto far altro che mettere a terra candelotto e fiammiferi. Accanto alla Mito, invece, gli agenti hanno subito notato che dal serbatoio di una Mini Cooper stava cominciando ad uscire del fumo ma le fiamme sono state domate prima che prendessero vita.

Piromane (seriale?) in azione: indagine su altri episodi

Il piromane, noto per reati contro il patrimonio e armi, è stato arrestato. Ora la polizia, stando a quanto rivelato dalla questura, cercherà di capire se l'africano, descritto come una persona mentalmente instabile, possa essere l'autore di altri incendi analoghi avvenuti nell'ultimo periodo in città: clamoroso quello scoppiato lo scorso giovedì in un parcheggio in via Pismonte, in zona Corvetto (ecco le immagini del rogo: video). In quell'occasione ben nove auto erano state devastate dalle fiamme.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (31)

  • “noto per reati contro il patrimonio e armi”; come mai non era in galera? Adesso lo si mette in galera e gli si fa capire che non si può fare quello che si vuole...che o segui le regole oppure ne paghi le conseguenze.

  • A tutti i buonisti di corta memoria ricordo un certo pilota siriano ingabbiato e bruciato vivo da quei delinquenti dell’Isis. Purtroppo la cultura e l’educazione da cui provengono i cosiddetti “migranti “ non collimano con la nostra, anche se da noi esistono realtà negative, da loro purtroppo è la normalità a cui sono abituati quotidianamente ed è pertanto da incoscienti voler importare da noi a scatola chiusa tutto quello che ci arriva dal sud del Mediterraneo. E’ ora che gli euroburocrati, le ONG e i cattocomunisti si prendano le responsabilità dei danni commessi da questi disgraziati che hanno fatto incoscientemente arrivare.

  • Tutti questi incendi che sono avvenuti in questi ultimi anni non vi fanno capire che fanno capo a un disegno criminoso ? Meditate tutti

  • E' sicuramente uno squilibrato. Certi comportamenti nascono perchè sono scollegati dal cervello, così come certi commenti che mi capita di leggere. Un povero maresciallo dei CC sabato scorso è incappato in uno di questi tizi. Non è la nazionalità che porta alla delinquenza è la ferrea convinzione di chi si ritiene un essere superiore. Basterebbe essere capaci di farsi un esame di coscienza e valutare cosa si è realizzato nella vita senza l'aiutino del papà..

    • Basterebbe non importare pazzi dall'estero. Probabilmente sarà il solito irregolare che non doveva entrare nel Belpaese. Basterebbe non essere dei comunisti del caxxo per capirlo.

      • Tu hai avuto l'aiutino dal papà.!

        • Io ho avuto un'educazione.

          • ok. ma la tua educazione ti ha fatto scordare che è stata la legge "bossi-fini" a consentire di mantenere in Italia gli extracomunitari per 18 mesi?

            • La mia educazione mi ha detto chea sinistra per fare gozzovigliare le Coop. Rosse ha fatto entrare chiunque in Italia. Ora che Salvini ha ridotto la diaria da 35 a 21 € pro die tutte le aste una volta ad appannaggio delle suddette Coop vanno deserte. È accoglienza o business?? Rifletti se hai un cervello!

              • Il mio cervello mi dice: 4 marzo 2018 gli Italiani hanno scelto. Rispetto le scelte. 16 Aprile 2019 Salvini ha chiuso i porti ma non apre le porte per fare uscire chi delinque. Ah!.. dimenticavo per te è colpa dei comunisti. Questione di cervello?

                • Guarda che ogni volta che provi a buttare qualcuno che non ha diritto di stare qui partono in tromba gli avvocati rossi con magistratura demokratica che impediscono il rimpatrio adducendo le scuse più bieche. I comunisti hanno creato un sistema che impedisce di fatto di rimandare a casa loro nessuno. Il tutto per alimentare il business dell'immigrato irregolare. Accendi il cervello qualche volta caro il mio comunista..

  • I vs commenti sono allucinanti, indegni dell’tIalia che vs malgrado é ancora uno Stato di diritto e non l’Arabia Saudita o la Corea del Nord. Ma x voi é facile commentare quando nessuno vi conosce e può guardarvi in faccia!

    • Ma vai a cagare moralista del caxxo. Allucinante sono le cose che capitano da quando abbiamo fatto entrare cani e porci in Italia.

    • Chiaramente non è giusto esagerare con certe esternazioni ma proprio riportandomi ai due paesi che hai citato sai quali sono le differenza più marcate con l'Italia? In Arabia o Korea la delinquenza è ai minimi perché il cittadino o lo straniero che varca quei confini sa che rischia pene severissime conscio di scontarle quindi non ci prova nemmeno a fare danni, in Italia invece si trasferiscono proprio a fare i Criminali perché sanno quanto sono blande le pene ma soprattutto non da scontare al gabbio

  • dare fuoco a lui no?

  • Persone che portano solo delinquenza e nessun vantaggio per la collettività

  • ma lasciarlo prendere fuoco con l'auto? troppo umana come soluzione?

    • Troppo umana. Prima il candelotto acceso sai dove lo metterei?. Poi solo dopo lo chiudo in macchina

  • Rispedirlo dove purtroppo qualche onlus pelosa è andato a prenderlo con il traghetto.

  • Il circolino della sinistra non commentano mai queste notizie, toccano i loro amati delinquenti, i loro beniamini...dove siete Il Santo, Loreno, Riki, Lorena e tutti gli altri mentecatti

    • totale solidarieta a michael tieni duro non mollare perche la verita fa male

    • Capra, io lavoro ma ogni tanto seguo anche te, noto fancazzista

  • Questa risorsa doveva essere chiusa dentro l'auto e i poliziotti dovevano a quel punto dare corso all'inserimento del candelotto nel serbatoio. Indi attendere l'avvenuta cottura della risorsa. Domani sarà in giro a bruciare altre auto.

    • Grande

  • condivido

  • sempre la risorsa all'opera.....ma buttatelo nell'umido e compattate il tutto per un buon concime per la coltivazione di cipolle.

  • tagliare le mani e via

  • prova

    • Grande Jamas Mudo

Notizie di oggi

  • Attualità

    San Siro: oscillazioni anomale (anche di 5 cm) al terzo anello dello stadio, scatta l'allarme

  • Attualità

    Milano, figlia apre l'uovo di Pasqua in anticipo, il papà le spacca il naso con un pugno in faccia

  • Cronaca

    Buccinasco, furibonda lite tra vicini per i cani: uomo getta dell'acido in faccia a una donna

  • WeekEnd

    Cosa fare a Milano per il ponte di Pasqua e Pasquetta 2019 a Milano: tutti gli eventi

I più letti della settimana

  • Incidente per il figlio di Gerry Scotti: ricoverato d'urgenza in ospedale a Milano e operato

  • Milano, pauroso incidente: auto finisce contro un bar e travolge una cliente, donna grave

  • Milano, 16enne disabile massacrato a calci in faccia al Parco Nord: bullo piange per l'arresto

  • Milano, aperti dai ladri cinquanta box nello stesso condominio: via auto e biciclette

  • Uomo si spara un colpo di pistola in auto: trovato agonizzante in un parcheggio a Milano

  • Tentato omicidio: matrimonio tra giovanissimi finisce con una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento