Incendio fuori da un'azienda a Pregnana: distrutti tre camion, paura inquinamento

Il rogo nella notte tra mercoledì e giovedì. Su uno dei tir c'era materiale chimico. Le foto

I tir in fiamme

Tre camion distrutti. E il rischio, che per ora sembrerebbe scongiurato, di un potenziale inquinamento. 

Notte di fuoco a Pregnana Milanese, teatro di un rogo divampato nel parcheggio della ditta di autotrasporti "Ventrice società cooperativa trasporti Italia", che ha sede in via Olivetti al civico 54. Le fiamme, violentissime, hanno distrutto tre tir che erano fuori dall'azienda e i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare oltre tre ore per riuscire a spegnere gli ultimi focolai. 

Due dei mezzi pesanti erano vuoti mentre in uno - stando a quanto riferito da pompieri e carabinieri - c'erano materiali chimici, con ogni probabilità dei medicinali. Proprio per valutare il rischio inquinamento sul posto sono intervenuti anche gli uomini del nucleo Nbcr - nucleare, biologico, chimico e radiologico - dei caschi rossi. Al momento, però, pare che il contenuto del tir si sia "sversato" nel piazzale e quindi i rischi per l'ambiente sembrano contenuti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stando a quanto finora accertato dai carabinieri, il rogo si sarebbe originato da un corto circuito partito dal frigorifero di uno dei tre camion.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento