Fuma e brucia la stanza d'hotel in centro: ospiti in fuga sul tetto, salvati dai pompieri

L'incendio alle 21.40 di giovedì. L'uomo, 23enne, è stato indagato per incendio colposo

I pompieri sul posto - Foto Umberto Aurora

Sembra che abbia lasciato una sigaretta accesa e si sia distratto. E proprio in quell'attimo di distrazione ha dato fuoco a tutto. Un ragazzo di 23 anni, un giovane italiano, è stato denunciato giovedì sera dalla polizia per aver causato un incendio nella residenza Metastasio, l'hotel che si trova in via Metastasio, in pieno centro città. 

Il rogo è divampato verso le 21.40 in una stanza all'ultimo piano - occupata proprio dal 23enne - e in pochi attimi il resto della struttura si è riempito di fumo. Tutti gli ospiti presenti nell'albergo sono usciti autonomamente dal portone, mentre in tre - secondo quanto riferito dalla Questura - si sono rifugiati sul tetto, probabilmente il punto sicuro più vicino. 

Il gruppetto è stato recuperato dai vigili del fuoco, che hanno fatto salire i tre nel cestello dell'autoscala e li hanno riportati in strada. Gli stessi pompieri hanno spento il rogo e hanno effettuato un sopralluogo nell'hotel: la camera del giovane è stata dichiarata inagibile a causa dei danni, mentre l'hotel non ha subito danni. 

Il 23enne, ascoltato dalla polizia, ha ammesso di aver dimenticato la sigaretta accesa e per questo è stato indagato a piede libero. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento