Aggiornamenti incendio di via Chiasserini: pompieri spostano massa di rifiuti incendiari

Ancora in corso le operazioni per facilitare lo spegnimento

Deposito di via Chiasserini

I vigili del fuoco impegnati nel devastante incendio al deposito di via Chiasserini stanno spostando la massa dei rifiuti parzialmente bruciati e ancora da bruciare, allontanandoli dal fuoco e bagnandoli. Lo scrive il Comune di Milano, elogiando il lavoro instancabile dei pompieri che da domenica sera, quando è divampato il fuoco, stanno lavorando incessantemente per spegnerlo.

L'intervento consiste nell'allontanare le scorie per evitare che continuino ad alimentare le fiamme, accelerando in questo modo le operazioni di spegnimento. Rimangono valide le raccomandazioni già fatte ai cittadini: per chi abita nell'area sostare il meno possibile all'aperto, non mangiare frutta o verdura prodotta nell'area, lavare accuratamente quella esposta ai fumi, ed evitare di aprire le finestre. 

A 40 ore dallo scoppio del gigantesco rogo, il 16 ottobre, in quasi tutta Milano si avvertivano fumo e odore di bruciato, tanto che alcuni milanesi temevano che fossero divampati nuovi incendi. Ad aver diffuso fumi maleodoranti in diversi quartieri, invece, era sempre il fuoco che continuava e continua ad ardere nel deposito di via Chiasserini. Il 17 ottobre il cattivo odore viene "percepito in aree diverse della città a causa della variata direzione del vento", come si legge in una nota dell'Arpa. La persistenza del fumo è dovuta alle "condizioni meteo non favorevoli alla dispersione", come specificato dall'agenzia.

Nel frattempo prosegue il monitoraggio dell'aria da parte dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente per limitare rischi per la salute dei cittadini. Al momento, come si legge sul sito di Arpa, non viene rilevata la presenza anomala di sostanze tossiche. In corso, inoltre, le indagini per individuare un'eventuale origine dolosa dell'incendio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Sono stata incastrata", la comandante della Locale pizzicata con la coca denuncia i carabinieri

  • Mafia, a Milano il prefetto chiude L’Antica pizzeria da Michele, storico locale napoletano

  • Grave incidente in autostrada A4, auto ribaltata: giovane 27enne rianimato sul posto

  • Incidente davanti al treno deragliato: Madeline è morta a 21 anni uccisa dal pirata fatto di coca

  • Distratti dal treno deragliato, incidente sull'A1: morta ragazza di 21 anni, feriti gravi tre amici

  • Peschiera, scheletro trovato in una cascina abbandonata: è di un uomo morto da mesi

Torna su
MilanoToday è in caricamento