Suv falcia tre persone alla fermata del bus, un morto e due gravi: 'Ho avuto un colpo di sonno'

Il ragazzo alla guida del suv, un cestista di serie B, si è giustificato così coi carabinieri

Angelo, il ragazzo morto investito - Foto da Facebook

Nella sua folle corsa non ha praticamente mai frenato. Dopo aver travolto tre persone alla fermata del bus, ha abbattuto un palo di un segnale stradale e uno dell'illuminazione pubblica e si poi è schiantato contro altre due auto in sosta, senza mai - o quasi - premere il pedale del freno. Tutto perché si sarebbe addormentato. 

Si è giustificato così ai carabinieri, dicendo di aver avuto un colpo di sonno, il ragazzo di ventisei anni che mercoledì pomeriggio ha falciato con il suo Suv Hyundai tre ragazzi - due 16enni e un 23enne - che attendevano il bus alla fermata sotto il ponte di via della Liberazione sulla nuova Vigevanese a Corsico. 

Il conducente, un 26enne che gioca a basket in una squadra lombarda di serie B, ha raccontato ai militari di non essersi accorto praticamente di nulla a causa di un colpo di sonno, che gli ha impedito qualsiasi reazione. 

Ad avere la peggio nello schianto è stato il 23enne Angelo De Las Alas: il ragazzo, di origini filippine, è morto giovedì mattina al Niguarda di Milano, dove era stato trasportato in condizioni disperate con un gravissimo trauma cranico. Insieme a lui erano stati investiti anche due 16enni. Uno dei ragazzini è ricoverato al San Carlo, dove i medici gli hanno diagnosticato una prognosi di novanta giorni, mentre l'altro - il più grave - si trova nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale Humanitas con una frattura al bacino.  

Il lavoro dei carabinieri di Corsico, guidati dal capitano Pasquale Puca, prosegue ora per capire se il conducente del Suv - già ascoltato a lungo - fosse al telefono durante lo schianto, a differenza di quanto lui stesso ha raccontato. Per il 26enne, che è uscito praticamente illeso dall'incidente, si profila l'accusa di omicidio stradale. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

  • Milano, lite in strada tra due donne per 50 euro: uomo le separa ma viene accoltellato

Torna su
MilanoToday è in caricamento