Incidente stradale in viale Monza: travolta da auto pirata, donna morta dopo 2 giorni di agonia

La donna era a bordo della vettura come passeggera. Il pirata si è costituito nella serata di sabato

L'incidente (Foto B&V)

Un terribile schianto è costato la vita a una donna: l'incidente è avvenuto nelle prime ore di sabato 27 ottobre. La vittima - che viaggiava come passeggera - è stata portata d'urgenza in ospedale, al San Raffaele, ma le ferite riportate erano troppo gravi. Lunedì 29 ottobre la donna, la 35enne bosniaca Dragana Pecirep, è deceduta nel nosocomio milanese. 

L'auto in cui viaggiava la 35enne, una Lancia Y, era stata "centrata" da un'altra vettura il cui guidatore si è dato alla fuga immediatamente dopo lo schianto. Ma l'auto aveva perso la targa e, quando il cerchio si stava chiudendo, nella serata di sabato un uomo si è consegnato spontaneamente: si tratta di un 35enne italiano che però, come è poi emerso, non si trovava effettivamente alla guida dell'auto.

Video: auto pirata travolge Lancia Y

L'uomo è infatti l'amministratore unico di una società che aveva preso in leasing la vettura da una società ungherese, a cui risulta intestata l'auto pirata. Per quanto riguarda l'effettivo guidatore, si tratterebbe presumibilmente (secondo quanto comunicato dalle forze dell'ordine) di un cittadino albanese, presidente della stessa società dell'uomo che si è costituito e che avrebbe avuto l'uso esclusivo dell'auto. Di lui si sono però perse le tracce.

Chiunque fosse alla guida comunque rischia l'accusa di omicidio stradale, visto che la 35enne è nel frattempo deceduta (importante aggiornamento: mercoledì 31 otobre si è venuto a sapere che la polizia locale ha indagato l'amica di Dragana, alla guida della Lancia Y, perché non avrebbe dato la precedenza).

L'incidente è avvenuto nello stesso punto in cui un altro pirata della strada aveva travolto e ucciso il 56enne Livio Chiericati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (15)

  • "Auto con targa ungherese ecc.", tecnica per non pagare assicurazioni e multe, rendendo questi guidatori impuniti e impunibili che si permettono ogni angheria in quanto tali. Sul territorio non ci devono essere targhe straniere intestate a residenti, siano essi italiani o rumeni. Dopo un mese di residenza o cambi targa o cambi paese.

  • Riposa in pace :(

  • poverina.. riposi in pace

  • fare luce grazie a Milano ormai sono troppe le auto che non sai di chi sono e non parliamo delle patenti ! Alessio non si và in galera per omicidio stradale ma domiciliari con braccialetto!

  • 40 minuti in mano ai parenti della vittima. RIP

  • Ah, pensavo fosse italiana... menomale

    • Che fosse italiana o straniera poco importa. Era a bordo di un'auto ed è stata uccisa. Forse se consideri che era una donna torna più facile. Condoglianze alla famiglia.

  • Capisco i commenti pieni di rabbia ma non innalziamoci a supremi giudici. Massima attenzione alla guida. La guida è un'azione che svolgiamo ogni giorno con massima scioltezza e alle volte con spensieratezza. facendoci distrarre da radio, cellulari e conversazioni varie. Eliminate distrazioni per non rovinare la vostra vita e quella degli altri. Un pensiero alla vittima e a chi ha commesso questo crimine. Buonanotte Milano.

    • Un pensiero a chi ha commesso questo crimine....non meriti risposta, ti compatisco.

      • Il senso era che a conti fatti sono due vite distrutte per l'alta velocità e la distrazione. Non giustifico nessuno ma nemmeno sono in grado di condannare. Poi chi sbaglia è giusto che debba pagare.

        • Anche se vai poco più di 50 60 km/h e un'auto non ti da la precendenza...tra abs e air bag non causi la morte di una persona. Questo oltre ad andare come un pazzo, non si è fermato ed è ancora latitante. Gli auguro di fare la stessa identica fine. Saluti

          • si siolo perkee non ti sta simpatico non vull dire che deve morire non e giusto. magari a sbaliato e deve essere processato come tutti i criminali

  • Rip. Pena esemplare senza sconti ne domiciliari. Assassino

  • e ora vai in galera mer.da

    • Ma chi, se chi guidava effettivamente non si trova?

Notizie di oggi

  • Politica

    Roberto Formigoni va in carcere: l'ex governatore condannato a 5 anni e 10 mesi

  • Video

    Area B, inaugurato infopoint per i cittadini al mezzanino M1 del Duomo

  • Cronaca

    Si è consegnato Salvatore Barbaro, boss della 'ndrangheta condannato a 9 anni

  • Attualità

    Colpo di fulmine a Linate, l'appello su Facebook: "Aiutatemi, devo ritrovare quel ragazzo moro"

I più letti della settimana

  • Sciopero dei mezzi venerdì 22 febbraio: si fermano gli autobus, ecco gli orari del blocco

  • Milano, l'ex concorrente del Gf minacciato in stazione Centrale: "Aggredito per la droga"

  • Lascia una ragazza morta dopo lo schianto, fugge e manda il padre: fermato il "pirata"

  • Incidente in piazzale Cardorna: autobus Atm travolge volanti della polizia, due agenti gravi

  • Viale Molise, manifestazione degli ambulanti contro Area B: traffico in tilt

  • Manifestanti "morti" a terra in piazzale Loreto: la protesta contro i Cpr e Matteo Salvini. Video

Torna su
MilanoToday è in caricamento