Incidente in moto, schianto contro il guardrail alla rotatoria: Giacomo muore a ventitré anni

Il dramma domenica pomeriggio sulla Statale nel Pavese. La vittima, 23 anni, era di Magenta

La giovane vittima - Foto da Facebook

Doveva essere una giornata spensierata da trascorrere con gli amici. Una gita in sella alla sua moto, il suo grande amore, come testimoniano le tante, tantissime foto pubblicate sul suo profilo Facebook. E invece in un attimo, per cause ancora tutte da chiarire, la felicità si è trasformata in lacrime. 

Tragico incidente stradale domenica pomeriggio a Mortara, nel Pavese, dove il 23enne Giacomo Cusumano di Magenta ha perso la vita dopo essersi schiantato a bordo della sua Honda Cbr rossa. Il dramma si è consumato alle 13.40 sull'ex Statale 494. 

Bagno di sangue a Milano: sette morti in sette giorni

Lì, alla rotatoria del polo logistico di Mortara, Giacomo avrebbe perso il controllo del mezzo, avrebbe abbattuto due paletti con i segnali stradali e si sarebbe poi schiantato contro il guardrail. Soccorso dagli equipaggi di un'auto medica e un'ambulanza del 118, per il 23enne non c'è stato nulla da fare: i sanitari non hanno potuto far altro che constatare il suo decesso. 

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, che hanno effettuato tutti i rilievi necessari e hanno ascoltato a lungo gli amici che erano con la vittima, che hanno assistito impotenti allo schianto. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

Torna su
MilanoToday è in caricamento