Milano, uomo di 88 anni travolto e ucciso da un pirata della strada mentre torna a casa sua

L'incidente poco dopo le 20 di sabato sera. L'uomo, 88 anni, è morto sul colpo. Le immagini

Il luogo del dramma - Foto © B&V

Sull'asfalto gli agenti hanno trovato il suo cappello e qualche brandello dei vestiti che aveva addosso. Resti, "prove", di un impatto tremendo e violentissimo che lo ha scagliato a terra e che non gli ha lasciato scampo. 

Dramma sabato sera a Milano, dove un uomo di ottantotto anni - il pensionato Sandro Orlandi - è stato investito e ucciso da un'auto in via Michelino da Besozzo. Il conducente della vettura - una Bmw Serie 3 - lo ha poi lasciato a terra in un lago di sangue accanto alle strisce pedonali ed è fuggito, senza neanche allertare i soccorsi.

Nella sua corsa, stando ai rilievi della Locale, il pirata della strada ha anche travolto un'auto parcheggiata, tamponato un furgoncino bianco che si trovava a bordo strada e perso alcuni pezzi di un fanale.

Video | La rabbia di un amico: "Lo ha ucciso peggio delle bestie"

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I primi ad arrivare sul posto sono stati gli agenti della Polizia Stradale, il cui comando si trova a poche decine di metri dal luogo dell'incidente: loro, insieme ai soccorritori del 118 giunti a bordo di un'ambulanza e un'auto medica, hanno cercato a lungo di rianimare l'ottantottenne, ma per lui non c'è stato nulla da fare. 

La vittima tornava da un pomeriggio trascorso al circolo per gli anziani di via Bodoni, dove andava tutti giorni e dove lo conoscevano tutti. Sabato sera, però, è riuscito a fare poco più di duecento metri prima che la sua vita venisse spezzata dal pirata. 

Il pirata arrestato poco dopo

Il conducente della Bmw - un quarantaquattrenne milanese, incensurato - è stato fermato poche ore dopo a casa sua dagli agenti della polizia locale.

Davanti a loro, ha raccontato di essere sempre stato a casa a dormire e di non avere nulla a che fare con l'incidente. Per lui - che viaggiava su un'auto senza assicurazione e con la patente sospesa - si sono aperte le porte del carcere di San Vittore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento