Incidente tra Zibido e Trezzano: si schianta, sfonda parabrezza e fa volo di 10 metri, morto

Vittima del grave incidente stradale avvenuto poco prima delle 9 di lunedì, è un 50enne

L'incidente. Foto di Tony L.

Ha fatto un volo di una decina di metri, sbalzato fuori dall'abitacolo dell'auto che stava guidando lungo la Strada provinciale 139, a Zibido San Giacomo (Milano). E' morto sul colpo.

Vittima del grave incidente stradale avvenuto poco prima delle 9 di lunedì, è Pasquale T., italiano di 50 anni. Per cause ancora da accertare l'uomo ha perso il controllo della sua Seat Ibiza. Dopo aver sbandato è finito fuori strada, capovolgendosi. Durante il ribaltamento, il 50enne ha fatto un volo di una decina di metri oltre il parabrezza. Il suo corpo è stato trovato in un campo accanto alla via.

A lanciare l'allarme sono gli altri automobilisti di passaggio, anche se nessuno di loro ha assistito direttamente all'incidente. I primi ad arrivare sul posto sono i carabinieri della Stazione di Binasco. Sono loro ad avvertire la centrale operativa del 118, della gravità dell'incidente. L'Azienda regionale emergenza urgenza manda subito un'ambulanza e un'automedica in codice rosso ma il personale sanitario non può far altro che constatare la morte del 50enne. Si tratta di un operaio, residente nel Milanese con la propria famiglia.

Resta da chiarire la dinamica. I rilievi, affidati alla polizia locale di Zibido San Giacomo e ai carabinieri della Compagnia di Abbiategrasso, sono andati avanti per tutta la mattinata. Ancora ignote le cause che hanno dato origine allo schianto. Il traffico lungo la provinciale - nel tratto che collega Trezzano sul Naviglio e Zibido - è rimasto rallentato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Una preghiera da parte mia a lui e ai suoi familiari!

  • Avatar anonimo di Massimiliano
    Massimiliano

    L'unico commento giusto è che non si può morire alle 5 del mattino per andare a lavorare. Nessuno si può permettere di fare supposizioni o commenti in merito.  Solo gli accertamenti della pubblica sicurezza.  Si è tutti professori quando eventi così capitano agli altri. Ci vuole silenzio e rispetto per i familiari.  Grazie 

    • Comincia a stare zitto tu, visto che fai sempre il saputello...Pirla!

  • Avatar anonimo di Stick
    Stick

    Purtroppo il destino mi ha portato via un caro amico,capisco la distanza e la freddezza dei vostri comnenti da leoni da tastiera, ma chi lo conosceva sa benissimo che non era uno speticolato,vero forse la cintura...ma noi non eravamo li ,e dopo una piroetta dentro la macchina di svariati metri  non so quanta differenza poteva fare....l articolo è inesatto...non dice che erano le 5 di mattina...e che i soccorsi  sono stati chiamati molto dopo. ..era già giorno...che il cellulare lo aveva in tasca ..e che prima dell uscita di strada c'è una frenata di 50 mt non rilevata...ma dubbia...abbiate rispetto per chi è morto e le vostre conclusioni tenetele per voi solo dio e il mio caro amico sanno cosa è successo in quei fatali secondi.....rip

  • Chissà magari con la cintura allacciata...

  • Per fortuna non ha coinvolto innocenti nella sua sciagurata guida.

    • Avatar anonimo di Maria
      Maria

      come osi di scrivere così , ho perso il mio carissimo cugino ! è facile a scrivere sopra altre persone ti dovresti vergoniarti. devi pregare che hai tuoi familiari e a tè non ti succederà mai un incidente mortale! e poi eri la per scrivere così ? è meglio per tutti voi che scrivete non sapendo i fatti di stare ziti siete tutti senza rispetto! mia zia ha perso un carissimo figlio! i miei cugini hanno perso un carissimo fratello! Asozialels pack !!!  anche al lestero sapiamo leggere i vostri commenti senza rispetto

  • Avatar anonimo di Marki Tanki
    Marki Tanki

    LA CINTURA.....magari l' ascoltava alla radio...

  • Perché mettere la cintura, tanto gli incidenti succedono sempre agli altri. Raccontalo pure ai suoi “poveri” famigliari

  • Percorro quel tratto di strada ogni mattina e stamattina ho anche visto l'auto, appoggiata su un fianco. E' quasi un rettilineo quindi potrebbe essere stato un malore, un colpo di sonno, conditi da mancanza di cintura e, forse, velocità non proprio congrua ai limiti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inseguita in auto e terrorizzata dall'ex, aveva un litro di acido nel baule: arrestato stalker

  • Cronaca

    Ragazza partorisce fuori dal boschetto della droga di Rogoredo: ricoverati lei e il bambino

  • Cronaca

    Legnano, donna investita e uccisa da un treno in stazione: circolazione in tilt e ritardi

  • Politica

    Corruzione e tangenti: la procura chiederà giudizio immediato per alcuni arrestati

I più letti della settimana

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Incidente in A8, Suv tampona camion e si ribalta: morti due ragazzi, altri due feriti. Foto

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Sciopero generale dei mezzi: a Milano venerdì rischio stop a metro, tram, autobus Atm e treni

  • Metro ferma a Milano, stop ai treni della M2: "Problema alla rete", caos autobus sostitutivi

Torna su
MilanoToday è in caricamento