homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Falciata e uccisa da camion: muore anziana in via Comasina

Un camion gira all'incrocio tra via Comasina e largo Abbagnano: sulle strisce, muore una donna di 82 anni che stata attraversando la strada. E' la terza persona investita da tir in pochi mesi

Per la donna non c'è stato nulla da fare

Dramma in via Abbagnano, a Milano. Una donna di 82 anni, Teresa S., è stata falciata e uccisa da un camion tra via Comasina e largo Nicola Abbagnano. 

Il tragico incidente è avvenuto intorno alle 16.30 di venerdì 23 marzo. 

Secondo una prima ricostruzione la donna stava attraversando la strada sulle strisce sulla rotatoria. Il tir, guidato da un uomo italiano di 39 anni, non l'avrebbe vista mentre effettuava una svolta a destra: l'anziana era finita nell'angolo cieco. 

L'82enne è finita così schiacciata sotto al tir. Il guidatore se n'è accorto immediatamente, scendendo e prestando i primi soccorsi. Ma per i sanitari c'è stato poco da fare; dopo diversi tentativi di rianimazione non hanno potuto che constatare il decesso della donna. 

Solo qualche settimana fa, Francesco Gala, era stato ucciso nello stesso modo, mentre attraversava la strada, da un tir. E in piazza Belfanti, a febbraio, un altro ciclista aveva perso la vita per uno scontro con un tir. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di Contro Area C Finchè Vivrò
    Contro Area C Finchè Vivrò

    non se ne puo davverop piu di questi disoccupati che continuano a gettarsi sotto le ruote di noi brave persone impegnate A LAVORARE al loro contrario scusate ma tutti questi ciclisti e pedoni a zonzo per la città non ce lanno un lavoro??????

  • Avatar anonimo di lui la plume
    lui la plume

    La pericolosita' della zona e' nota a tutti (eccezione per chi amministra) ci aspettiamo da tempo l'incidente all'uscita dalla via Teano quando entra nella via Comasina ... stranamente questo incidente e' avvenuto piu' avanti. Con l'arrivo della Metropolitana tale pericolosita' e' aumentata molto casua le fermate di quanti attendono o accompagnano alla fermata stessa  .... o si fermano in seconda fila per un caffettino al bar. Il quartiere Comasina e' stato progettato piuttosto bene con un senso unico in entrata dalla Via Coasina .... poi questo senso unico e' stato rovesciato (circa 40 anni fa' .... ) una decisione "assurda" ma nata per favorire il deflusso delle poche vetture dei residenti di allora in uscita dalla citta' sulla sola strada disponibile. Oggi la situazione e' profondamente mutata ...  le strade di collegamento con le fabbriche fuori citta' in alternativa alla via Comasina sono parecchie i lavoratori tendono ad entrare in Milano piu' che ad uscirne .... e ... sarebbe opportuno ritornare al senso unico "in entrata" ... con varie uscite sulla via Comasina stessa e sulla Via  Litta Modignani. . Si puo' fare subito .... o si si puo' aspettare il prossimo incidente ... o quello dopo.

  • Avatar anonimo di Filippo
    Filippo

    Evitare che i tir transitano da quella zona non è possibile, quante vite distrutte ci vogliono ancora affinché, qualcuno dal palazzo prenda una decisione..??!! Ma come il nuovo sindaco in campagna elettorale non aveva promesso, meno traffico meno tir meno auto, più bici più aria pulita... ma per favore... Condoglianze alle famiglie.

  • Si, però anche i pedoni si buttano per passare. Poi scusa vedi un TIR ti tieni più lontano possibile, si sa che anche loro hanno degli orari disumani. Mi dispiace per la signora e per tutte le altre vittime. Dobbiamo essere tutti molto più attenti.

    • Certo tutti dobbiamo stare attenti ma magari una signora di 82 anni quando ha iniziato ad attraversare la strada il camion neppure era ancora visibile....le rotonde sono una grande scoperta per gli automobilisti perchè fanno defluire il traffico ma un gran pericolo per i pedoni!! Le strisce andrebbero poste lungo un tratto di rettilineo, + lontane dalla rotonda anche se magari + scomode per i pedoni ma + sicure per tutti. La nuova rotonda di affori, poco distante da largo abbagnano è stata una grande trovata ma avete mai provato in auto a gurdare se un pedone in procinto di attraversare sulle strisce è visibile?? No perchè è sempre nell'angolo cieco dell'auto!

  • Quante vittime dell'asfalto!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ecco la «Biblioteca degli Alberi»: il nuovo parco del quartiere Porta Nuova

  • Bollate

    Incendio a Baranzate: brucia una villetta, fiamme e colonna di fumo nero sull'autostrada

  • Incidenti stradali

    Incidente, donna in bicicletta viene investita: grave 50enne in via Brembo

  • Cronaca

    Terremoto, tra le vittime anche madre e figlia: le prime vittime milanesi

I più letti della settimana

  • Terremoti, la mappa del rischio sismico a Milano e nei Comuni dell'hinterland

  • Palinuro, trovato il corpo di Silvio Anzola: il sub morto “incastrato” in una grotta sott’acqua

  • Set in piazza del Duomo, è il cinepattone con Christian De Sica: si cercano comparse

  • Maxi tamponamento sulla A9, auto prende fuoco: 12 feriti, bimbo di 11 anni il più grave

  • Grave incidente tra via dei Ciclamini e viale Legioni Romane: motociclista in fin di vita

  • Stuprano un'educatrice in comunità: arrestati per violenza sessuale di gruppo 4 ragazzini

Torna su
MilanoToday è in caricamento