Incidente in viale Monza, Suv pirata travolge un'auto: due donne ferite, una in fin di vita

L'incidente poco dopo le 3. Una donna di 35 anni è in condizioni disperate. Le immagini

L'auto delle due donne - Foto © B&V

Qualcuno ha travolto la loro auto ed è fuggito. Le ha lasciate lì, ferite, nella loro macchina distrutta dall'impatto ed è andato via, senza dare l'allarme né preoccuparsi delle loro condizioni. 

Grave incidente nella notte tra venerdì e sabato in viale Monza, dove una Lancia Ypsilon con due donne a bordo - una 32enne e una 35enne - è stata centrata da una vettura che ha poi fatto perdere le proprie tracce. Teatro dello schianto, avvenuto poco dopo le 3, è stato l'incrocio con via Bolzano, in direzione periferia. Dopo lo scontro, violentissimo, la macchina delle donne è stata sbalzata sul marciapiede e ha abbattuto un semaforo.

Ad avere la peggio nell'incidente è stata la 35enne, che viaggiava come passeggera: la donna ha riportato traumi gravissimi al cranio e all'addome. I soccorritori del 118, intervenuti sul posto con due ambulanze e un'auto medica, l'hanno rianimata e poi trasportata al San Raffaele in condizioni critiche. Un po' meglio è andata alla sua amica, finita in codice giallo alla clinica Città Studi con ferite all'addome e alla schiena. 

Video | Pirata in fuga: grave una donna

Caccia al suv ungherese pirata

L'auto pirata, a cui la Locale ha dato incessantemente la caccia, ha perso sul luogo dello schianto la propria targa, che i vigili hanno già recuperato. In serata, i ghisa sono riusciti a fermare il fuggitivo: è un uomo di trentacinque anni, amministratore unico della società che aveva in leasing la vettura

Soltanto due ore dopo, in piazzale Loreto - a poche centinaia di metri da lì -, si è verificato un altro incidente. Una seconda auto pirata ha travolto due scooter - le condizioni dei due uomini a bordo non sono gravissime - ed è fuggita. Il conducente, un 24enne, è stato trovato tre ore dopo a casa sua: era ancora ubriaco e guidava con la patente sospesa.

L'altro pirata di viale Monza

Come in un sinistro scherzo del destino, il 30 aprile dello scorso anno quello stesso incrocio di viale Monza era già stato teatro di un incidente praticamente identico. Alle 7 di mattina di quella domenica, il Nissan Qashqai di Livio Chiericati - milanese di 56 anni - era stato travolto da un'Audi Q7 che aveva "bruciato" il semaforo rosso e viaggiava a una velocità superiore ai cento chilometri orari. Il conducente del Q7 - il 33enne Franko Della Torre - era fuggito e aveva lasciato la vittima, ancora viva, all'interno dell'auto. 

Il pirata era stato preso poche ore dopo: quando ormai la Locale lo stava braccando, lui stesso aveva telefonato ai ghisa e si era consegnato. Lo scorso ottobre, dopo una condanna a sette anni e mezzo di carcere, per lui sono stati disposti gli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

  • Milano, sciopero Trenord in arrivo: treni a rischio per 24 ore e nessuna fascia di garanzia

Torna su
MilanoToday è in caricamento