Dramma in viale Umbria, fa un incidente in scooter e poi ha un infarto: uomo gravissimo

L'incidente alle 8.40. L'uomo è grave, ma non per i traumi riportati nell'incidente

Foto repertorio

Sarebbe finito contro una macchina all'incrocio per una mancata precedenza. Poi, una volta a terra, avrebbe avuto un malore. 

Drammatico incidente stradale martedì mattina in viale Umbria, zona Porta Romana, a Milano. Alle 8.40, per cause ancora in corso di accertamento, uno scooter e un'auto si sono schiantate tra loro all'incrocio con via Simone D'Orsenigo. 

Ad avere la peggio è stato un uomo di quarantotto anni che era a bordo del mezzo a due ruote, un Piaggio Mp3. Il 48enne, stando a quanto finora appreso, è stato trasportato d'urgenza al Niguarda in condizioni disperate: sembra che abbia avuto un infarto dopo lo schianto, che non gli aveva provocato traumi troppo "seri". Praticamente illeso, invece, il ragazzo di ventinove anni che era alla guida della macchina e che ha rifiutato il ricovero in ospedale. 

In viale Umbria, oltre agli equipaggi di un'ambulanza e un'auto medica del 118, sono intervenuti anche gli agenti della polizia locale di Milano. I ghisa hanno ascoltato l'automobilista e hanno effettuato tutti i rilievi del caso per ricostruire con esattezza la dinamica e le cause dell'incidente. Secondo i primissimi accertamenti, pare che a originare lo schianto sia stata una mancata precedenza da parte del giovane in macchina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Uomo sui binari travolto e ucciso dalla metro rossa: aveva 24 anni

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Notte di incidenti a Milano: schianto tra auto in via Primaticcio, 5 ragazzi feriti e un uomo in coma

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento