Dirigenti del ministero dei trasporti indagati

Avrebbero fatto lavorare un dipendente di Anas in un ufficio ministeriale, con un danno di 150mila euro all'erario in dieci anni

Nei guai cinque dirigenti del ministero dei trasporti

Cinque dirigenti del ministero dei trasporti sono indagati per abuso d'ufficio e falso ideologico. Le indagini riguardano il decennio 2002-2012, quando i cinque si sono succeduti nel ruolo di provveditore interregionale alle opere pubbliche per la Lombardia e la Liguria. Secondo le accuse, avrebbero favorito un dipendente dell'Anas permettendogli di continuare a lavorare nel provveditorato per dieci anni: questo avrebbe comportato un aggravio di 150mila euro per le casse dello Stato.

Il dipendente di Anas avrebbe utilizzato gratis un alloggio del demanio, ma avrebbe anche guadagnato più degli impiegati del ministero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in viale Fulvio Testi: uomo travolto e ucciso dal tram della linea 31

  • Milano, auto piomba alla fermata del bus in via Novara: due investiti, gravissima una donna

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento