Dirigenti del ministero dei trasporti indagati

Avrebbero fatto lavorare un dipendente di Anas in un ufficio ministeriale, con un danno di 150mila euro all'erario in dieci anni

Nei guai cinque dirigenti del ministero dei trasporti

Cinque dirigenti del ministero dei trasporti sono indagati per abuso d'ufficio e falso ideologico. Le indagini riguardano il decennio 2002-2012, quando i cinque si sono succeduti nel ruolo di provveditore interregionale alle opere pubbliche per la Lombardia e la Liguria. Secondo le accuse, avrebbero favorito un dipendente dell'Anas permettendogli di continuare a lavorare nel provveditorato per dieci anni: questo avrebbe comportato un aggravio di 150mila euro per le casse dello Stato.

Il dipendente di Anas avrebbe utilizzato gratis un alloggio del demanio, ma avrebbe anche guadagnato più degli impiegati del ministero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Milano, furto nella casa in Duomo: sparite valigie, 5mila euro e le chiavi della Porsche

Torna su
MilanoToday è in caricamento