Dirigenti del ministero dei trasporti indagati

Avrebbero fatto lavorare un dipendente di Anas in un ufficio ministeriale, con un danno di 150mila euro all'erario in dieci anni

Nei guai cinque dirigenti del ministero dei trasporti

Cinque dirigenti del ministero dei trasporti sono indagati per abuso d'ufficio e falso ideologico. Le indagini riguardano il decennio 2002-2012, quando i cinque si sono succeduti nel ruolo di provveditore interregionale alle opere pubbliche per la Lombardia e la Liguria. Secondo le accuse, avrebbero favorito un dipendente dell'Anas permettendogli di continuare a lavorare nel provveditorato per dieci anni: questo avrebbe comportato un aggravio di 150mila euro per le casse dello Stato.

Il dipendente di Anas avrebbe utilizzato gratis un alloggio del demanio, ma avrebbe anche guadagnato più degli impiegati del ministero.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • A Milano inaugura TigellaBella: all you can eat di tigelle e gnocco fritto con salumi e formaggi

Torna su
MilanoToday è in caricamento