Inseguimento da film a Milano: folle corsa in auto per 45 minuti, poi schianto al campo rom

In fuga una Panda e una Mercedes. La folle corsa in giro per Milano fino a Monte Bisbino

Foto repertorio

Strade percorse contromano. Piste ciclabili e corsie riservate ai tram invase. Limiti di velocità "sfondati" e semafori ignorati. Folle corsa lunedì sera a Milano, teatro di un inseguimento da film iniziato alle 23.40 e finito soltanto quarantacinque minuti dopo. 

La caccia all'uomo ha preso il via in corso Buenos Aires, dove una Volante si è avvicinata a una Mercedes segnalata come una macchina sospetta perché probabilmente coinvolta in alcuni furti in appartamento. Alla vista degli uomini in divisa, il conducente dell'auto - a bordo erano in due - ha premuto il piede sull'acceleratore e ha iniziato la fuga. Tra i ricercati e la polizia si è subito messa in mezzo una Panda, con altre due persone all'interno, che ha cercato di fare da tappo per favorire la fuga dei complici e ostacolare gli agenti. 

Il folle inseguimento per le vie di Milano 

Così la corsa è proseguita in via Plinio, via Bartolomeo Eustachi, viale Regina Giovanna - percorsa contromano dai fuggitivi -, via Lambro e via Frisi, dove la Mercedes è riuscita a far perdere le proprie tracce.

Destino diverso per la Panda, che ha dato filo da torcere ai poliziotti - sette le Volanti impegnate - per altre decine di chilometri. 

"Guardie" e "ladri", infatti, hanno continuato l'inseguimento in viale Tunisia, piazza Repubblica - dove i due in fuga hanno invaso la pista ciclabile -, via Turati, via Moscova, piazza Lega Lombarda, viale Elvezia, via Douhet, via Melzi D'Eril. E ancora: corso Sempione - percorso ad alta velocità -, via Biondi, via Fauchè, via Procaccini, ancora corso Sempione, piazza Firenze, via Bartolini, piazza Prealpi e via Mac Mahon, passando per la corsia dei tram. 

Lo schianto al campo rom

A quel punto, la Panda ha percorso contromano piazza Castelli, via console Marcello e via Palizzi per poi sbucare in via Mambretti e continuare in via Boccioni e via Grassi. Poco dopo, il guidatore ha perso il controllo del veicolo e la macchina è finita nel cancello del campo rom di via Monte Bisbino. Lì, lui e il passeggero sono scesi e sono riusciti a scappare. 

Nella Panda, risultata intestata a un prestanome, gli investigatori hanno già trovato elementi utili che saranno sviluppati nelle prossime ore per capire chi fossero i due fuggitivi. E, soprattutto, per scoprire chi fosse a bordo della Mercedes che loro stessi hanno coperto. 
 

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Prova costume e pancia piatta: l’insormontabile sfida di ogni estate

  • Come avere i finanziamenti per riqualificare energeticamente la casa a Milano

I più letti della settimana

  • Parrucchiere dei vip aggredito e rapinato in Corso Como: polemica per il post sui social, Chef Rubio lo attacca

  • Milano, donna accoltellata in pieno centro: fendenti alla gola con una bottiglia, è grave

  • È morta Nadia Toffa, addio alla conduttrice de "Le Iene" che lottava contro il cancro

  • Appena arrivato a Malpensa inizia a tremare: muore 28enne 'mulo' del narcotraffico

  • Milano, dramma davanti al Tribunale: donna precipita e muore mentre pulisce i vetri. Foto

  • Morto il fumettista milanese AkaB, Gabriele Di Benedetto: aveva solo 43 anni

Torna su
MilanoToday è in caricamento