Fa slalom tra le auto con un furgoncino a folle velocità: la polizia lo ferma con 453 kg di droga

Metà della droga era nel furgoncino l'altra parte era nascosta in un box in zona Lorenteggio

Repertorio

Quando viene fermato dai poliziotti, in viale Famagosta a Milano, spiega loro che deve correre a consegnare alcuni pezzi di ricambio. Indossa una tuta da meccanico ed è evidentemente trafelato. Nel piccolo cassonato, però, al posto di bulloni, marmitte o pezzi di carrozzeria, ci sono undici grandi borse nere con 240 chili di marijuana. Che da lì a poco diventeranno 453,3 grazie a un successivo rinvenimento all'interno di un'altra vettura in un box non molto lontano, in via Pestalozzi.

Luca R., albanese di 25 anni, senza precedenti penali e del tutto ignoto alle forze dell'ordine - se non per i passaggi negli anni alle frontiere di Brindisi, Ancona e Malpensa e la successiva richiesta di permesso di soggiorno - è finito in manette nella mattinata di martedì. E' accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Percorreva il viale a tutta velocità. Zigzagando tra le auto al volante di un Fiat Doblò bianco. Una guida al limite, troppo al limite, tanto che una volante dell'Ufficio prevenzione generale diretto da Giuseppina Suma, che transitava lungo l'arteria, si è messa subito all'inseguimento del furgoncino. Erano circa le 10.30.

La droga nel furgoncino bianco 

Il ragazzo a quel punto si è giustificato con gli agenti per la sua guida. Spiegando che doveva consegnare della merce in piazza Miani, che si trova alla fine del vialone a Sud di Milano. I poliziotti hanno voluto approfondire. E gli hanno chiesto di aprire i due lucchetti che sigillavano il portellone della vettura. All'interno era custodita una prima parte della droga: conservata in panetti termosaldati da circa un chilo.

I controlli sul 25enne, portati avanti anche con il supporto degli uomini della Squadra Mobile, non hanno portato a un granché. Il ragazzo risulta avere un permesso di soggiorno rilasciato dalla questura di Brindisi, dove è residente. Anche se, stando alle sue dichiarazioni, da un po' di tempo è domiciliato in Lombardia. 

Il garage in via Pestalozzi con kg e kg di marijuana

Le analisi sul Fiat Doblò, intestato ad un'altra persona, portano gli investigatori al garage in via Pestalozzi, zona Lorenteggio. Dentro c'è un'auto identica ma senza il permesso di circolazione e come l'altro furgoncino è pieno di borsoni con marijuana: per la precisione con 212,5 chili. Sequestrati in totale 4,5 quintali di 'maria'.

Stando alle prime parole dell'arrestato, il carico apparterrebbe ad un presunto cittadino marocchino che da Como gli aveva chiesto di trasportare la merce a Milano. Le indagini di via Fatebenefratelli proseguono ma intanto per lui si sono aperte e rinchiuse alle sue spalle le porte di San Vittore.

I borsoni con la droga portati in questura: foto

Borsoni con droga-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

Torna su
MilanoToday è in caricamento