Milano, folle fuga col furgone: inseguimento, spari e auto della polizia e ghisa speronate

L'inseguimento sabato tra piazza Diocleziano e la A4. Esplosi alcuni colpi di pistola

I rilievi sul posto - Foto Thin blue line Italy

La fuga all'alt. I colpi di pistola, l'inseguimento e lo schianto contro le auto delle forze dell'ordine. Poi, la fine della corsa. Folle mattina quella di sabato a Milano, teatro di una caccia all'uomo partita in città e finita tra la tangenziale Ovest e l'autostrada. 

Stando alle primissime informazioni apprese da MilanoToday, tutto è iniziato verso le 7.30 in piazza Diocleziano, dove un equipaggio della Locale ha intimato l'alt a un furgone per un normale controllo. Alla vista dei ghisa, l'uomo alla guida - un italiano 56enne pregiudicato - ha finto di volersi fermare, poi ha premuto il piede sull'acceleratore e ha cercato di investire gli agenti. In piazza Amati, nella sua corsa, ha travolto una moto della Locale mentre la pattuglia cercava di bloccarlo.

Inseguimento e spari a San Siro

I ghisa hanno quindi esploso due colpi di pistola verso le gomme del mezzo per convincere, inutilmente, il fuggitivo a fermarsi.

In supporto sono intervenute anche le Volanti - almeno otto le auto che hanno dato la caccia all'uomo - e l'inseguimento è continuato verso via Novara, San Siro e la Ovest, dove poi il 56enne si è immesso sulla A4. Proprio in autostrada, poco dopo, all'altezza dell'uscita di viale Certosa, un'auto della Questura è stata speronata e travolta dal furgone, che è poi finito contro il guardrail.

Fine della fuga e arresto

Lì un ghisa ha sparato altri due colpi agli pneumatici: il mezzo è stato bloccato e l'autista è stato ammanettato e dichiarato in arresto. 

Al momento non è ancora chiaro perché fuggisse. Sul furgone non sono state trovate droga o armi, così come è risultata pulita la sua abitazione. L'unica irregolarità è stata riscontrata sulla patente del 56enne, che era scaduta. Sono comunque in corso ulteriori accertamenti per comprendere il motivo di una fuga tanto spericolata.

Frasi sul Diavolo e l'inferno

Gli agenti che erano sulle auto speronate sono rimasti feriti, ma in maniera lieve, e sono stati trasportati in ospedale. Il fuggitivo sarà invece accusato di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A bordo del mezzo, stando a quanto appreso, c'erano una serie di biglietti deliranti e senza senso. Sui fogli di carta, scritti a penna, c'erano frasi sul diavolo e sulle fiamme dell'inferno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento