Milano, folle fuga col furgone: inseguimento, spari e auto della polizia e ghisa speronate

L'inseguimento sabato tra piazza Diocleziano e la A4. Esplosi alcuni colpi di pistola

I rilievi sul posto - Foto Thin blue line Italy

La fuga all'alt. I colpi di pistola, l'inseguimento e lo schianto contro le auto delle forze dell'ordine. Poi, la fine della corsa. Folle mattina quella di sabato a Milano, teatro di una caccia all'uomo partita in città e finita tra la tangenziale Ovest e l'autostrada. 

Stando alle primissime informazioni apprese da MilanoToday, tutto è iniziato verso le 7.30 in piazza Diocleziano, dove un equipaggio della Locale ha intimato l'alt a un furgone per un normale controllo. Alla vista dei ghisa, l'uomo alla guida - un italiano 56enne pregiudicato - ha finto di volersi fermare, poi ha premuto il piede sull'acceleratore e ha cercato di investire gli agenti. In piazza Amati, nella sua corsa, ha travolto una moto della Locale mentre la pattuglia cercava di bloccarlo.

Inseguimento e spari a San Siro

I ghisa hanno quindi esploso due colpi di pistola verso le gomme del mezzo per convincere, inutilmente, il fuggitivo a fermarsi.

In supporto sono intervenute anche le Volanti - almeno otto le auto che hanno dato la caccia all'uomo - e l'inseguimento è continuato verso via Novara, San Siro e la Ovest, dove poi il 56enne si è immesso sulla A4. Proprio in autostrada, poco dopo, all'altezza dell'uscita di viale Certosa, un'auto della Questura è stata speronata e travolta dal furgone, che è poi finito contro il guardrail.

Fine della fuga e arresto

Lì un ghisa ha sparato altri due colpi agli pneumatici: il mezzo è stato bloccato e l'autista è stato ammanettato e dichiarato in arresto. 

Al momento non è ancora chiaro perché fuggisse. Sul furgone non sono state trovate droga o armi, così come è risultata pulita la sua abitazione. L'unica irregolarità è stata riscontrata sulla patente del 56enne, che era scaduta. Sono comunque in corso ulteriori accertamenti per comprendere il motivo di una fuga tanto spericolata.

Frasi sul Diavolo e l'inferno

Gli agenti che erano sulle auto speronate sono rimasti feriti, ma in maniera lieve, e sono stati trasportati in ospedale. Il fuggitivo sarà invece accusato di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A bordo del mezzo, stando a quanto appreso, c'erano una serie di biglietti deliranti e senza senso. Sui fogli di carta, scritti a penna, c'erano frasi sul diavolo e sulle fiamme dell'inferno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • Milano, volanti all'inseguimento di uno scooter: finisce con un incidente e un arresto

  • Con febbre e sintomatica, donna prende due aerei da Milano fino al Ragusano

Torna su
MilanoToday è in caricamento