La stufetta del bagno perde gas: intossicati dal monossido, salvati dagli agenti della polizia

È successo nel pomeriggio di sabato, protagonisti della disavventura due cittadini marocchini

immagine repertorio

Avrebbero potuto morire asfissiati dal monossido di carbonio, fortunatamente sono stati salvati dai poliziotti. È successo nel tardo pomeriggio di sabato in via del Turchino. Protagonisti del fatto, loro malgrado, due cittadini egiziani di 46 e 38 anni. 

A lanciare l'allarme che li ha salvati — come riferito dalla Questura — è stato il vicino di casa: sul posto sono intervenuti gli agenti di via Fatebenefratelli e due ambulanze. Entrambi sono stati accompagnati al pronto soccorso del Policlinico, più grave il 46enne, ricoverato in codice rosso, ma per fortuna le sue condizioni sono migliorate con il passare delle ore. 

Secondo i rilievi dei vigili del fuoco del comando provinciale di Milano a causare l'esalazione sarebbe stato lo scaldabagno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

  • Rosita e Luca, i due fidanzati morti tra le fiamme nella loro casa sui Navigli a Milano

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

Torna su
MilanoToday è in caricamento