Kabobo, diventa definitiva la condanna per gli omicidi a colpi di piccone

I legali del ghanese avevano fatto ricorso in cassazione ma nessuno si è presentato all'udienza

Adam Kabobo

E' diventata definitiva la condanna inflitta ad Adam Kabobo per avere ucciso tre persone a colpi di piccone nel quartiere Niguarda, l'11 maggio 2013, incrociandole per caso per la strada.

L'uomo, di nazionalità ghanese, è stato condannato in appello a vent'anni di carcere (e poi a tre anni di casa di cura) a gennaio 2015: i suoi difensori avevano impugnato in cassazione la sentenza, ma al terzo grado di giudizio nessuno di loro si è presentato, così vanificando il ricorso. Dal 22 marzo 2016 il verdetto di secondo grado non è più impugnabile: dunque Kabobo dovrà scontare la condanna.

Nel frattempo Kabobo ha avuto un'altra condanna in appello (a otto anni di carcere) per i due tentati omicidi di quella stessa notte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in viale Fulvio Testi: uomo travolto e ucciso dal tram della linea 31

  • Milano, auto piomba alla fermata del bus in via Novara: due investiti, gravissima una donna

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento