Sequestrato laboratorio cinese in Lomellina

Vari quintali tra borse (con marchi d'alta moda, forse contraffatti) e pellame. Multa di 40 mila euro all'imprenditore

Un laboratorio di borse e altri prodotti in pelle e stoffa è stato sequestrato a Gambolò, in Lomellina, venerdì 28 marzo. Il laboratorio era infatti privo di qualunque misura di sicurezza. Un imprenditore cinese di 32 anni, residente ad Alba Adriatica, legale rappresentante dell'azienda, è stato denunciato.

I carabinieri hanno trovato tre lavoratori (su sette) in nero. Inoltre, tra le altre violazioni, non erano presenti estintori e non era stato nominato un medico competente per la sorveglianza sanitaria.

L'imprenditore è stato multato per 40 mila euro e la struttura è stata sequestrata insieme alle macchine utensili, materia prima e borse per diversi quintali. Il valore complessivo del sequestro è di circa un milione di euro. I militari stanno compiendo accertamenti sia sulle condizioni igieniche del luogo di lavoro sia sull'autenticità dei marchi ("griffe" di alta moda) rinvenuti sulle borse.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Milano, bimbo di 5 anni precipita a scuola: soccorritori e prof con le lacrime agli occhi

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento