La polfer scova il 'laboratorio' di Rogoredo: l'eroina tagliata a due passi dal boschetto

Alla fine hanno rinvenuto, nascosti nel terreno e tra la vegetazione, quasi 5 chili di eroina

Cinque chili di droga sequestrati in zona Rogoredo. Dopo i due arresti avvenuti mercoledì 2 ottobre e il sequestro di oltre un chilo di eroina, i poliziotti della Polizia Ferroviaria, con l'ausilio di unità cinofile antidroga, hanno passato al setaccio un appezzamento di terreno incolto situato tra i viadotti autostradali ubicati tra l'area di San Donato Milanese e di via Rogoredo.

La polfer trova il laboratorio di Rogorego

Le indagini avevano evidenziato che i due cittadini marocchini prima di recarsi nelle zone di spaccio limitrofe alla stazione FS, via Sant'Arialdo e via Orwell, erano soliti addentrarsi in detto appezzamento di terreno. Convinti che in quel luogo vi potesse essere nascosto un imponente quantitativo di droga, i poliziotti hanno quindi perlustrato la zona in questione. Alla fine hanno rinvenuto, nascosti nel terreno e tra la vegetazione, quasi cinque chili di eroina.

E' stato rinvenuto, inoltre, un frullatore e un bilancino di precisione, che induce a ritenere che in quel luogo, difficile da raggiungere con automezzi, ma accessibile solo a piedi attraversando tre corsie di autostrada, fosse il punto ove veniva tagliata l'ingente quantitativo di droga che, ogni giorno, viene spacciato nell'area boschiva e nelle zone adiacenti alla stazione FS di Milano-Rogoredo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento