Dispensa abbracci e offerte sessuali ma poi 'fa sparire' i Rolex dai polsi delle vittime: arrestata

Tre colpi in pocchi giorni: bottino superiore ai 50mila euro. Ecco chi è la ladra degli abbracci

Foto di repertorio

I suoi capelli erano sempre perfettamente pettinati, indossava abiti casual ma mai trasandati e l'aspetto era accattivante. Probabilmente in compagnia di un complice, adocchiava persone anziane accomunate dagli orologi di lusso dall'ingente valore che portavano al polso.

Quando era certa della consistenza del bottino, con una scusa si avvicinava alla vittima, l'abbracciava e, quando erano maschi, si offriva sessualmente. In quella manciata di secondi, però, era in grado di slacciare i cinturini dei preziosi quadranti prima di sparire con l'orologio tra le mani. Veloce, tanto che in alcuni dei furti i malcapitati capivano di essere stati derubati solo minuti dopo.

Chi è la ladra degli abbracci

La scaltra Arabella Stefan, una cittadina romena nata in Germania 26 anni fa, è stata fermata sabato mattina dagli agenti della VI sezione della Squadra Mobile, guidati dal dirigente Massimiliano Mazzali. Erano giorni che i poliziotti in borghese setacciavano la zona Washington Solari di Milano, alla ricerca di quella che ormai era nota come la "ladra degli abbracci".

L'arresto è stato convalidato nella mattinata di mercoledì, perché la donna, accusata di furto aggravato con destrezza, in Italia non ha una fissa dimora: motivo per il quale il pericolo di fuga era concreto. 

La ladra degli abbracci in azione a Milano

Gli episodi contestati alla 26enne sono tre. Tutti commessi nella stessa area della città nelle ultime due settimane e con la medesima modalità. Le vittime, dopo l'arresto, secondo quanto riferito dalla questura, l'avrebbero tutte riconosciuta come la giovane che li aveva prima abbracciati e poi derubati.

Il primo colpo della ragazza è datato 29 maggio. Quel giorno aveva puntato un uomo italiano di 83 anni. In via Bergognone gli si era 'gettata' tra le braccia facendosi accarezzare il petto e offrendo prestazioni sessuali non richieste. Alla fine della sceneggiata aveva fatto sparire un Patek Philippe da 29mila euro.

Il 7 giugno era stata la volta di un'anziana 90enne. La ragazza si era finta un'amica di una nipote e, dopo averla incrociata in piazza Michelangelo Buonarroti, angolo via Monte Rosa, era passata all'abbraccio e al furto di un altro Patek col cinturino in pelle di coccodrillo dall'ingente valore.

Passano alcuni giorni ed ecco che il 14 giugno, dopo averlo adocchiato in una farmacia, assalta con la sua solita tecnica un italiano di 73 anni. Aveva un Rolex Gmt Master da 6mila euro che, ovviamente, è scomparso insieme alla donna all'altezza di via Washington. E questo è l'ultimo colpo ma si sospetta, considerando i suoi precedenti, che l'elenco dei suoi 'abbracci' a sconosciuti per strada sia ben più lungo di tre.

Ladre degli abbracci: accarezza le vittime e le rapina, la storia

I ladri dell'abbraccio: arrestata Maradona e sua cugina

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

Torna su
MilanoToday è in caricamento