Milano, ladra "da record" in metro: fermata ragazzina di 11 anni dopo furto a un turista

La giovane, che viene dal campo rom di Baranzate, è stata fermata da un passeggero. I fatti

Per la legge italiana non è imputabile, non può essere accusata. Eppure, insieme a due complici, era su una metropolitana in pieno centro a borseggiare turisti. Una ragazzina di undici anni, una bimba residente nel campo nomadi di Baranzate, è stata fermata giovedì pomeriggio su un treno della M3 a Repubblica dopo un tentato furto a un passeggero. 

L'allarme è scattato verso le 16, quando un carabiniere libero dal servizio ha sentito un uomo - quasi sicuramente un cittadino cinese - urlare e chiedere aiuto. A quel punto, il militare ha visto due donne fuggire e si è messo sulle loro tracce, senza però riuscire a bloccarle. Contemporaneamente è intervenuto anche un giovane senegalese, che è riuscito a fermare la terza ladra della banda per poi affidarla agli uomini del Radiomobile. 

Video | Le ladre in azione in metro a Milano

La "terza" era proprio lei: una 11enne, che i militari non hanno potuto far altro che identificare e affidare nuovamente alla famiglia. Gli stessi carabinieri non sono riusciti a parlare con la vittima del tentato furto - quasi sicuramente non andato a segno -, che ha proseguito il suo viaggio in metro senza fermarsi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E proprio la metro - in concomitanza di Salone e Fuorisalone - è diventato un vero e proprio terreno di caccia per le borseggiatrici, alcune delle quali arrivate addirittura da Roma. Mercoledì mattina, dopo numerosi allarmi ricevuti dai passanti, gli agenti della Polmetro avevano fermato una "batteria" composta da addirittura trenta donne. Diciassette di loro - tra cui tredici incinte - erano state portate in Questura perché senza documenti. Una, invece, era finita in manette perché presa subito dopo un furto a bordo della "rossa" ad Amendola. 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento