mercoledì, 03 settembre 11℃

Boeri a Macao: "Palazzo Citterio serve alla Pinacoteca"

L'assessore invita i giovani del collettivo Macao ad andarsene dal palazzo destinato a ospitare le opere che in Pinacoteca non hanno spazio. "Fa parte di un progetto dopo 20 anni immobili"

Redazione 19 maggio 2012

Dopo una prima reazione tutta dedicata alla tragedia di Brindisi e alla necessità di occuparsi di ciò che è più importante, l'assessore Boeri (interpellato a margine della manifestazione di cordoglio per la bomba brindisina) ha voluto dire la sua sulla "contromossa" con cui il collettivo Macao ha occupato, nelle prime ore del pomeriggio di sabato, il Palazzo Citterio a Brera, destinato a diventare una parte del progetto Grande Brera.

"Mette a rischio il progetto, faccio un appello a ricredersi e lasciare libero lo spazio", ha affermato Boeri. "Dopo 20 anni d'immobilismo si era trovato un accordo basato su un finanziamento di 23 milioni, di cui 12 stanziati per il recupero di una prima parte del palazzo. Si era previsto che entro questo autunno partissero i bandi di gara".

Annuncio promozionale

Boeri ha spiegato che i lavori per Palazzo Citterio sarebbro quindi partiti la prossima primavera e che il palazzo è destinato a mostrare "quel bene comune, e preciso che si tratta di un bene comune, costituito dalle opere della Pinacoteca oggi non visibili ai cittadini perché nei depositi".

Stefano Boeri
Brera
occupazioni

Commenti