Macchinisti ubriachi, Frecciarossa Brescia-Napoli soppresso e passeggeri portati a Milano

Il capotreno si è accorto dello stato d'ebbrezza dei due e ha chiamato la polizia ferroviaria

Un Frecciarossa è stato soppresso perché i due macchinisti, ubriachi, non erano in condizione di garantire la necessaria sicurezza. Per fortuna, quel treno non è nemmeno partito dalla stazione di Brescia e questo ha evitato possibili conseguenze negative per i passeggeri.

Si tratta del Frecciarossa 9604, da Brescia a Napoli (con fermate a Milano Centrale, Reggio Emilia Av e Roma Termini), delle 5.17 del mattino. I passeggeri sono stati portati a Milano con un convoglio regionale e, da lì, fatti salire su un altro Frecciarossa per il capoluogo partenopeo.

Ad accorgersi della condizione dei macchinisti è stato il capotreno, che alla stazione di Brescia non è fisicamente riuscito a salire sul convoglio perché i due non aprivano le porte. Così ha fatto intervenire la polizia ferroviaria che ha accertato le condizioni degli uomini: un 35enne ed un 21enne.

Tasso alcolemico fuori norma

Il primo aveva un valore all'alcoltest decisamente alto: 1,95. Il secondo ha chiesto lui stesso di farsi portare al pronto soccorso per essere visitato. L'episodio viene reso noto dalla polizia ferroviaria e da Trenitalia. L'azienda in particolare parla di «controlli preventivi e a sorpresa» per gli equipaggi e specifica che i passeggeri (67 in tutto) non sono nemmemo saliti a bordo di quel treno, che dopo le verifiche della polfer è stato soppresso.

Ora la polizia ferroviaria valuterà la situazione per i due macchinisti, mentre Trenitalia si riserva di prendere provvedimenti disciplinari nei loro confronti. La stessa Trenitalia aggiunge che un simile episodio «non si era mai verificato».
 

Potrebbe interessarti

  • Buono, fresco, colorato: ecco dove mangiare dell'ottimo poke a Milano

  • Come pulire le porte di casa

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Come lavare i cuscini del divano

I più letti della settimana

  • Trovato morto Stefano Marinoni, il 22enne di Baranzate scomparso dal 4 luglio: la tragedia

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Sciopero di metro, bus e tram Atm: ecco gli orari dei mezzi per giovedì 11 luglio a Milano

  • Il "più grande mall mai realizzato": 100mila mq e 160 negozi nel nuovo centro commerciale

  • Rapina in banca a Milano: clienti e dipendenti sequestrati, due banditi in fuga con i soldi

  • Incendio a Segrate, fiamme nell'officina del rottamaio: enorme nuvola di fumo nero

Torna su
MilanoToday è in caricamento