«Se fai sesso con me diventi più forte»: violenta bimbi per 12 anni

Titolare di una palestra di arti marziali, per 12 anni avrebbe violentato i ragazzini delle medie che la frequentavano, soggiogandoli. Il 26 maggio il rinvio a giudizio

Titolare di una palestra di arti marziali, per dodici anni avrebbe violentato i ragazzini delle medie che la frequentavano, soggiogandoli con la promessa che il sesso li avrebbe resi più forti ed emarginando quelli che invece lo rifiutavano. Questa l'accusa a carico di un maestro di kung fu 47enne che lo scorso luglio era stato arrestato grazie a una delle vittima che, diventata adulta, si è resa conto di essere stata violentata e lo ha denunciato alla polizia. Ora il pubblico ministero Brunella Sardoni ne ha chiesto il rinvio a giudizio. L'udienza preliminare si terrà davanti al gup Nicola Clivio il 26 maggio.

LE DOLOROSE CONFESSIONI - L'inchiesta nata dalla denuncia della prima vittima aveva portato gli investigatori a individuare altre sette ragazzi che hanno confermato le accuse. Non solo, durante un pedinamento dell'indagato gli agenti hanno potuto vederlo all'opera, mentre portava in un ristorante il suo prossimo obiettivo e cercava di sedurlo. Secondo quanto ricostruito dal pm, il maestro utilizzava sempre le stesse tecniche per adescare i propri allievi.

"SE FACCIAMO SESSO DIVENTI FORTE" - Li avvicinava fingendosi un confidente con cui parlare dei problemi a casa, lodando le loro potenzialità fisiche e atletiche, fomentando rivalità tra i ragazzini finché riusciva ad attirarli nella sua abitazione. Qui li convinceva a partecipare a giochi sessuali, a volte anche in gruppo, sostenendo che il sesso avrebbe dato loro più energia per riuscire meglio nei combattimenti e nella vita. Il maestro era finito in carcere per ordine del gip Simone Luerti con l'accusa di violenza sessuale con le aggravanti dell'aver abusato di bambini minori di 14 anni, delle condizioni di minorata difesa delle sue vittime e dell'abuso di relazioni di servizio e di prestazione d'opera.

REATI DAL 1998 - Reati che sono contestati a partire dal 1998 ai danni di otto persone che all'epoca degli abusi avevano tra i 12 e i 13 anni. Nell'ordinanza di arresto il gip scriveva che le dichiarazioni delle vittime «dimostrano il tipico quadro psicologico dell'adolescente attratto dal sesso, ma soggiogato dall'adulto affabulatore».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna cerca di derubare Pio e Amedeo in Centrale: loro la scoprono e la filmano. Video

  • Il figlio torna tardi a casa: papà scende, prende a schiaffi gli amici 17enni e ne accoltella uno

  • Terribile violenza sessuale a Milano, 19enne stuprata in strada da un uomo: arrestato

  • Orrore a Milano, uomo tenta di stuprare una studentessa in strada e poi la rapina: preso

  • Milano, Deejay Ten domenica 13 ottobre: vie chiuse e mezzi Atm deviati, il piano viabilità

  • Follia a Milano, pedofilo palpeggia i genitali di due bambini di 4 anni davanti alle mamme

Torna su
MilanoToday è in caricamento