"Tolgo il malocchio a tuo marito e lo faccio guarire": così truffa un'anziana di 4mila euro

Arrestati madre e figlio - Luciana L., di 64 anni e Diego B., di 32 - sono due cittadini nomadi

Repertorio

Approfitta del momento di estrema debolezza psicologica di una donna di 70 anni, preoccupata per una complicata malattia che costringe il marito ad un lungo ricovero. Dopo aver conquistato la sua fiducia, tra una chiacchiera e l'altra lungo i corridoi dell'ospedale di Magenta, si propone come veggente e santona. E proprio per questo in grado di far guarire il malato, a suo dire, afflitto per colpa del malocchio. Una promessa di guarigione miracolosa che convince la povera anziana a sborsare complessivamente 4mila euro, per finanziare i riti necessari. Le condizioni dell'uomo - ovviamente non cambiano - e la truffatrice prende la 'palla al balzo' per tornare alla carica, chiedendo altri 5mila euro. Solo a quel punto, la 70enne si confida col figlio e insieme vanno dai carabinieri per raccontare l'accaduto, che andava avanti da inizio novembre.

Sono proprio i militari della Stazione di Bareggio (Milano), dove risiede la famiglia, a convincere l'anziana ad accettare la richiesta della veggente. L'appuntamento viene fissato per la giornata di martedì, nel bar dell'ospedale. Insieme alla vittima ci sono diversi carabinieri in borghese che bloccano sedicente maga non appena prende tra le mani la busta con il denaro. La presunta fattucchiera, però, non agiva da sola ma aveva come complice il figlio. L'uomo viene fermato nel parcheggio del nosocomio. Attendeva la madre in auto.

I due - la madre, Luciana L., ha 64 anni e il figlio, Diego B., 32 - sono due cittadini di etnia nomade, residenti nel bergamasco. Per loro, con precedenti specifici, è stata disposta la custodia cautelare al carcere San Vittore dopo la direttissima. Proseguono gli accertamenti per verificare eventuali ulteriori truffe: visto che la donna agiva sempre con lo stesso modus. Girava per i corridoi dell'ospedale con una vestaglia e le ciabatte, fingendosi una degente. I suoi abiti erano sul sedile passeggero dell'auto guidata dal figlio, pronti per la fuga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

Torna su
MilanoToday è in caricamento