'Sabato nero' a Milano: studenti antifascisti in Cairoli, attimi di tensione con la polizia. Foto

La tensione è stata altissima ma non si sono registrati feriti, a parte qualche lieve contuso

I ragazzi antifascisti sul monumento

La Milano antifascista lo aveva promesso: "No al sabato nero". Per questo motivo la mobilitazione per esprimere dissenso è partita inaspettatamente fin dalle prime ore del mattino. Al grido di "ieri partigiani, oggi antifascisti" - e l'hashtag #noalsabatonero - un gruppo di una trentina di studenti ha fatto un veloce blitz in piazza Cairoli dove durante il pomeriggio si terrà il comizio di Simone Di Stefano, leader del gruppo di estrema destra di CasaPound (il racconto del pomeriggio).

L'improvvisata ha creato i primi contatti tra le forze dell'ordine, in tenuta antisommossa e pronte a vivere una lunghissima giornata di lavoro, e i manifestanti. Quando una decina di ragazzi, per lo più adolescenti, sono saliti sul monumento a Giuseppe Garibaldi al centro della piazza, gli agenti li hanno tirato giù di peso mentre gli studenti cercavano di opporre una resistenza passiva: la tensione è stata altissima ma non si sarebbero registrati feriti, a parte qualche lieve contuso, secondo le fonti ufficiali. Una manifestante, però, stando a quanto riferito da MilanoinMovimento avrebbe denunciato una probabile frattura al ginocchio: "Mi hanno sbattuto giù per terra e mi hanno camminato sul ginocchio".

Video: il blitz degli studenti dei centri sociali

Inizialmente, l'obiettivo dei giovani antifascisti era proprio largo Beltrami - accanto a Cairoli - dove si terrà il comizio ma poi hanno optato per la più rappresentativa Cairoli: dove hanno acceso dei fumogeni rossi e srotolato uno striscione con lo slogan. L'impianto di sicurezza messo in atto dalla prefettura è imponente.

Giù dal monumento, i ragazzi hanno formato un corteo che dal Castello li ha portati verso il Duomo, dove sempre nel pomeriggio si terra un altro comizio, quello della Lega. "Matteo Salvini sarà in Piazza Duomo - scrivono gli organizzatori di "No al sabato nero, costruiamo una piazza antifascista" -  con la presenza degli Hammerskin di Lealtà Azione ormai organici alla Lega". Ma il sabato politico di Milano non si esaurisce lì. Fratelli d'Italia, con Giorgia Meloni e Riccardo De Corato, ha organizzato una marcia in via Padova: con una bandiera italiana lunga 250 metri "per esprimere solidarietà agli italiani abbandonati dal sindaco Giuseppe Sala", secondo De Corato.

La mobilitazione antifascista ufficiale comincerà alle 14, in largo La Foppa, fermata metro Moscova (quattro in tutto le fermate chiuse). Il primo luogo scelto per il ritrovo, piazza Lanza, è stato infatti vietato dal questore Marcelo Cardona per ovvie ragioni di sicurezza e cautela.

Il volantino per la manifestazione degli antifascisti

milano ripudia fascismo razzismo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 90 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

Torna su
MilanoToday è in caricamento