Scioperi e manifestazioni in centro: cariche e scontri con polizia

Cortei di San Raffaele, Cgil e studenti. Uova, vernice ed escrementi lanciati contro le banche. Code nelle vie centrali e ritardi tram

Scontri in corso Magenta

E' cominciata mercoledì, alle 9.30, la manifestazione studentesca a largo Cairoli, con il dispiegamento di un corteo. Nel pomeriggio, anche lo sciopero di 4 ore di Trenord.  

I giovani, con slogan e striscioni contro l'austerity, hanno preso di mira gli istituti di credito del centro, danneggiando e mandando in frantumi le vetrine di alcune banche. Sui muri vernice spray. Lanciate anche uova e (pare) escrementi. Grossi e rumorosi petardi sono scoppiati nei pressi della sede di Assolombarda, associazione industriali lombarda. 

In corso Magenta, ci sono stati diversi momenti di tensione con la polizia: in due distinte cariche, cinque agenti - in tenuta antisommossa - sono rimasti feriti. Gli studenti cercavano di abbattere il cordone di forze dell'ordine per entrare in una zona "off-limit".  

Approfittando della confusione, nei pressi delle poste di via Broletto, un 17enne sarebbe stato picchiato e rapinato da alcuni "finti" attivisti. 

Il corteo degli studenti non è l'unica manifestazione a Milano. 

In piazza sono scesi anche i lavoratori del San Raffaele. Secondo quanto riferito dalla polizia locale estemporanei blocchi del traffico si sono registrati in diverse piazze e strade della città, sia per l'ammassamento ai vari cortei sia per la presenza di decine fino a centinaia di studenti che "a macchia di leopardo" sono andati in manifestazione. 

I lavoratori del San Raffaele, da piazza Udine, nella zona nord-est della città, si sono diretti in piazzale Loreto e il corteo della Cgil, da piazza Oberdan a Duomo. 

"Molte persone non hanno di che sfamarsi, mentre pochi agiati vivono di caviale champagne e aragoste - si legge nell'annuncio della manifestazione dei collettivi studenteschi milanesi -. Nelle scuole pubbliche italiane senza fondi, per il povero figlio di precario che fatica ad arrivare a fine mese, diventa un problema pagare i 400 euro per i libri scolastici o i 50 euro e passa per i mezzi pubblici! Non stupiamoci se poi 1 studente su 5 lascia la scuola appena compiuti i 16 anni!".

Un picchetto di protesta, poi, si è messo davanti all'entrata dell'Università statale, bloccando l'accesso all'ateneo.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Niguarda

    Arrestate mamme pusher: 380 chili di droga in casa, i bambini 'chiusi' nel solaio con l'hashish

  • Attualità

    Carabinieri per la prima volta al Binario 21, con loro Liliana Segre: "Qui si perdeva la dignità"

  • Cronaca

    'Armato' di jammer manda ko antitaccheggio sempre nella stessa catena di profumerie: arrestato

  • San Giuliano Milanese

    Incidente lungo la via Emilia, a San Giuliano Milanese: strada chiusa, traffico deviato

I più letti della settimana

  • Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

  • Incidente a Corsico, auto travolge le persone in attesa del bus: tre feriti, 23enne gravissimo

  • Fabrizio Corona aggredito al bosco della droga di Rogoredo

  • Mega incidente sull'A4, coinvolti 4 camion e 2 auto: autostrada chiusa e coda di oltre 15 km

  • Concorso Esselunga di Natale: in palio 1.000 iPhone. Come partecipare e come funziona

  • Carlo Besta di Milano, rimozione di un tumore cerebrale con laser mininvasivo: prima volta in Europa

Torna su
MilanoToday è in caricamento