Scioperi e manifestazioni in centro: cariche e scontri con polizia

Cortei di San Raffaele, Cgil e studenti. Uova, vernice ed escrementi lanciati contro le banche. Code nelle vie centrali e ritardi tram

Scontri in corso Magenta

E' cominciata mercoledì, alle 9.30, la manifestazione studentesca a largo Cairoli, con il dispiegamento di un corteo. Nel pomeriggio, anche lo sciopero di 4 ore di Trenord.  

I giovani, con slogan e striscioni contro l'austerity, hanno preso di mira gli istituti di credito del centro, danneggiando e mandando in frantumi le vetrine di alcune banche. Sui muri vernice spray. Lanciate anche uova e (pare) escrementi. Grossi e rumorosi petardi sono scoppiati nei pressi della sede di Assolombarda, associazione industriali lombarda. 

In corso Magenta, ci sono stati diversi momenti di tensione con la polizia: in due distinte cariche, cinque agenti - in tenuta antisommossa - sono rimasti feriti. Gli studenti cercavano di abbattere il cordone di forze dell'ordine per entrare in una zona "off-limit".  

Approfittando della confusione, nei pressi delle poste di via Broletto, un 17enne sarebbe stato picchiato e rapinato da alcuni "finti" attivisti. 

Il corteo degli studenti non è l'unica manifestazione a Milano. 

In piazza sono scesi anche i lavoratori del San Raffaele. Secondo quanto riferito dalla polizia locale estemporanei blocchi del traffico si sono registrati in diverse piazze e strade della città, sia per l'ammassamento ai vari cortei sia per la presenza di decine fino a centinaia di studenti che "a macchia di leopardo" sono andati in manifestazione. 

I lavoratori del San Raffaele, da piazza Udine, nella zona nord-est della città, si sono diretti in piazzale Loreto e il corteo della Cgil, da piazza Oberdan a Duomo. 

"Molte persone non hanno di che sfamarsi, mentre pochi agiati vivono di caviale champagne e aragoste - si legge nell'annuncio della manifestazione dei collettivi studenteschi milanesi -. Nelle scuole pubbliche italiane senza fondi, per il povero figlio di precario che fatica ad arrivare a fine mese, diventa un problema pagare i 400 euro per i libri scolastici o i 50 euro e passa per i mezzi pubblici! Non stupiamoci se poi 1 studente su 5 lascia la scuola appena compiuti i 16 anni!".

Un picchetto di protesta, poi, si è messo davanti all'entrata dell'Università statale, bloccando l'accesso all'ateneo.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Forze Armate

    Piazza d'Armi, arriva il vincolo paesaggistico. Ma Sala si arrabbia: «Molto irritati»

  • Meteo

    Milano, temporali forti in arrivo in città: allerta meteo della regione per "criticità gialla"

  • Cronaca

    Paura in Bicocca a Milano: si rompe ampolla in un laboratorio, quattro studenti intossicati

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Teem, perde il controllo del camion e si ribalta sullo svincolo: morto

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Legnano, donna investita e uccisa da un treno in stazione: circolazione in tilt e ritardi

Torna su
MilanoToday è in caricamento