Uno spazio del Mudec sarà dedicato all'archeologo ucciso dall'Isis

Khaled Al Asaad è stato decapitato per avere difeso il patrimonio archeologico di Palmira. Per lui anche un albero nel Giardino dei Giusti

Khaled Al Asaad, l'archeologo decapitato dall'Isis

L'archeologo siriano Khaled Al-Asaad sarà ricordato a Milano. E' pronta l'intitolazione di uno spazio all'interno del nuovo "Mudec" (Museo delle culture) di via Tortona. Non solo: gli sarà dedicato anche un albero nel Giardino dei Giusti al Monte Stella.

Il 18 agosto 2015 Al-Asaad è stato ucciso decapitato dai miliziani dello Stato islamico per essersi rifiutato di rivelare il luogo in cui aveva nascosto alcuni reperti archeologici della città di Palmira, appena conquistata dall'Isis e di cui, dal 1963 al 2003, aveva diretto il sito archeologico e il museo, senza però successivamente smettere di occuparsene fino ad essere il punto di riferimento mondiale di Palmira per gli studiosi. 

"E' un doveroso tributo ad un uomo che ha perso la vita difendendo uno dei più grandi patrimoni archeologici e culturali dell’umanità", ha dichiarato l'assessore milanese alla cultura Filippo Del Corno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Uomo sui binari travolto e ucciso dalla metro rossa: aveva 24 anni

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Notte di incidenti a Milano: schianto tra auto in via Primaticcio, 5 ragazzi feriti e un uomo in coma

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento