Panico al pronto soccorso: uomo minaccia medici e infermieri con una siringa, arrestato

La follia lunedì pomeriggio verso le 15. L'uomo si è scagliato anche contro i poliziotti

Si è presentato in ospedale senza nessun vero motivo. Poi, totalmente fuori di sé, si è scagliato contro medici, infermieri e - per non farsi mancare nulla - anche contro i poliziotti, che alla fine lo hanno portato via in manette. 

Un uomo di cinquantuno anni, un cittadino italiano, è stato arrestato lunedì pomeriggio dagli agenti del commissariato di Sesto San Giovanni con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio e minaccia aggravata. 

Il suo "spettacolo" è iniziato verso le 15, quando è entrato nel pronto soccorso dell'ospedale di Sesto e si è presentato al triage, pur non avendo particolari problemi di salute.

Dopo qualche minuto di attesa, il 51enne è andato su tutte le furie: ha impugnato una siringa e ha minacciato con l'ago i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari che cercavano di riportarlo alla calma dopo aver sospeso tutti gli interventi in corso in quel momento. Alla vista dei poliziotti, allertati dai dottori, l'uomo ha cercato di colpire anche loro prima di essere immobilizzato. 

Il 51enne è stato visitato in pronto soccorso e poi dichiarato in arresto. Gli agenti lo hanno perquisito e in tasca gli hanno trovato altre quattro siringhe senza ago. 

Foto - Le siringhe che aveva l'uomo

siringhe ospedale polizia-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento