I monaci tibetani nel "parco della droga": preghiere e musica contro lo spaccio. Video

Iniziativa del sindaco di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo, alle Groane. Le immagini

L'iniziativa

Prima un intermezzo musicale. Poi un momento di raccoglimento e di preghiera. Perché "qua dentro deve entrare tutto, ma non loro". 

Eccola la ricetta di Dante Cattaneo, sindaco di Ceriano Laghetto, per frenare - o almeno provarci - il degrado nel Parco delle Groane, il grande polmone verde tra Milano e la Brianza che da mesi fa i conti con spaccio, droga e criminalità

Giovedì, il primo cittadino leghista è andato nel bosco insieme a Valentina Andreazza, mezzosoprano, e ad alcuni monaci tibetani che - ha spiegato - "sono arrivati dal Tibet e dall'India". Dopo l'esibizione della cantante lirica, i monaci hanno pregato tutti insieme nel rispettoso silenzio dei presenti. 

"Qua dentro - le parole di Cattaneo - portiamo qualsiasi cosa. Va bene tutto, ma non loro, non gli spacciatori". 

Potrebbe interessarti

  • A Milano gli rubano la bici con cui sta viaggiando per il mondo, l'appello: "Aiutatemi"

I più letti della settimana

  • Dramma a Sanremo, turista milanese in vacanza muore annegata mentre fa il bagno

  • Milano, violenta rissa da Far West: due feriti gravi e un vigile colpito al braccio

  • Pauroso incidente in tangenziale Est: donna infilzata dal guard-rail, gravissima

  • Temporali di "forte intensità" in arrivo a Milano: scatta l'allerta meteo di codice giallo

  • Soffocata da boccone al pranzo di Ferragosto: milanese in vacanza muore dopo tre giorni

  • Milano, appuntamento all'alba per la "resa dei conti": rissa tra ragazzine in centro, due ferite

Torna su
MilanoToday è in caricamento