Turista milanese morta a Senigallia, Anna e il suo ultimo gesto d'amore: organi donati

Un espianto multiorgano decisamente impegnativo, ma andato a buon fine. La decisione

Repertorio

Il marito e i figli hanno deciso di donare gli organi di Anna. Anna, una turista milanese di 63 anni in vacanza nelle Marche, morta dopo un malore in acqua. Anna, solo un nome, che però adesso per molte persone rappresenterà una possibilità di vita.

Si trovava sul lungomare Dante Alighieri, era il 6 agosto, all'altezza dell'Hotel Ritz, per rilassarsi durante le vacanze estive. Mentre passeggiava in acqua è stata colta da un malore tra lo choc dei bagnanti. Il tempestivo intervento dei bagnini - che si erano tuffati in acqua e l'avevano subito riportata a riva - sembrava aver riacceso la speranza. Poi i soccorritori avevano iniziato le manovre di rianimazione con l'ausilio del defibrillatore.

La donna era stata poi trasportata in condizioni molto gravi all'ospedale regionale di Torrette. Intervenuti anche gli uomini della Capitaneria di Porto di Senigallia.

La morte e la donazione degli organi

Sabato è arrivata la morte della donna. I familiari della milanese hanno subito deciso che prima del rito funebre ci sarebbe dovuto essere spazio per cercare di preservare il dono della vita: autorizzando l'espianto degli organi. Un espianto multiorgano decisamente impegnativo, ma andato a buon fine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in viale Fulvio Testi: uomo travolto e ucciso dal tram della linea 31

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento