Tragedia al concerto del trapper milanese Sfera Ebbasta: sei morti e otto feriti gravi

Secondo una prima ricostruzione la folla sarebbe 'impazzita' a causa di uno spray urticante e sarebbe rimasta schiacciata per il crollo di una balaustra

Morti nella discoteca di Corinaldo

Nella notte tra il 7 dicembre e l'8 dicembre sei persone sono morte e otto sono rimaste gravemente ferite al concerto del trapper milanese Sfera Ebbasta, che si stava svolegendo nel club Lanterna Azzurra di Corinaldo, nell'Anconetano. Secondo una prima ricostruzione ad originare la strage sarebbe stato uno spray al peperoncino che, azionato, avrebbe provocato la fuga impazzita della folla. Le vittime sarebbero poi rimaste schiacciate per il cedimento di una balaustra.

A morire sono stati cinque ragazzi di 15 e 16 anni e una donna di 40, tutti della provincia di Ancona. I feriti, invece, secondo una nota diffusa dagli Ospedali Riuniti di Ancona, hanno riportato traumi cranici, al torace e agli arti.

Il video del crollo della balaustra

L'ipotesi dello spray urticante

Nel locale erano presenti centinaia di giovani, forse un migliaio. Il dramma ha avuto inizio poco dopo l'una di notte, quando qualcuno avrebbe utilizzato uno spray al peperoncino, intossicando alcuni degli spettatori, che hanno iniziato a tossire e sentirsi male. In un attimo  - racconta Stefano Pagliarini di AnconaToday - è iniziata la fuga in massa attraverso l’uscita posteriore del locale. 

Il fiume umano ha percorso una pedana ai cui lati c’erano delle balaustre. E, da una prima analisi degli investigatori, sarebbero state proprio quelle protezioni a cedere, facendo cadere a terra alcuni ragazzi, rimasti schiacciati. Sulle cause della tragedia stanno indagando i carabinieri.

I soccorsi

Per tutta la notte è stato un continuo lavoro da parte delle ambulanze dei soccorritori e vigili del fuoco, intervenuti sul posto per aiutare i feriti. Intorno alla discoteca, i carabinieri hanno creato un cordone di sicurezza per agevolare il deflusso dei presenti, non senza momenti di tensione tra militari e i giovani avventori, rabbiosi e sotto choc per quanto accaduto ai loro amici o per il terrore che ci fosse qualche loro caro tra le salme a terra. Sul posto sono arrivate anche le massime autorità delle forze dell’ordine. Dopo un rapido sopralluogo è scattata la prima decisione: porre sotto sequestro il locale di Corinaldo. 

Il dolore dei familiari

"Non è possibile! Non si può morire così. Svegliati Matti ti prego". Una madre disperata davanti al corpo esanime del proprio figlio. Le testimonianze dal luogo della tragedia, raccolte da AnconaToday, sono strazianti.  Per ore davanti alla discoteca di Corinaldo è stato un via vai di parenti e amici per riconoscere i corpi della donna e dei cinque ragazzi che non ce l’hanno fatta. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, grosso incendio in Stazione Centrale: a fuoco un'area dove si rifugiano i clochard

  • Milano, la velina Giulia Calcaterra in ospedale: “Un batterio mi ha bucato il malleolo”. Le foto

  • Milano, paura in un cantiere a City Life: gru precipita dal 29° piano della Torre Libeskind

  • Uomo vestito da Joker e con una pistola finta provoca il panico in metro a Milano: treni in tilt

Torna su
MilanoToday è in caricamento